rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Sport

Al Benelli arriva la Clodiense, mister Mosconi: "La squadra ha il morale alto"

Per Innocenti e compagni si tratta di una gara assolutamente da non fallire, determinante per allungare la serie positiva e fare altri passi avanti verso posizioni di classifica più tranquille

Si chiude domenica (inizio alle ore 14.30) per il Ravenna il ciclo di scontri diretti consecutivi per la salvezza. Al Benelli scende la Clodiense, fanalino di coda del girone con appena 4 punti, frutto di altrettanti pareggi e unica compagine del girone a non aver ancora vinto. Per Innocenti e compagni si tratta di una gara assolutamente da non fallire, determinante per allungare la serie positiva e fare altri passi avanti verso posizioni di classifica più tranquille. “Siamo in debito di punti – ricorda l’allenatore giallorosso Andrea Mosconi -: ce ne stavano almeno quattro in più, lasciati per strada tra errori arbitrali e nostre ingenuità. Ma non stiamo a recriminare. La squadra ha il morale alto; anche mercoledì contro la Fortis Juventus ho avuto la conferma del valore e delle qualità della mia squadra; una squadra che lotta, che crea molte occasioni, che sa reagire quando va sotto, che sa interpretare bene le partite. Dovremo fare così anche domani e nel prosieguo di questo campionato”.

Sulla carta, il match di domani appare una ghiotta occasione per i giallorossi per ritrovare la vittoria interna che manca da tre gare e per Mosconi per salutare i suoi nuovi tifosi col primo successo casalingo della sua gestione. “Vincere le partite è sempre complicato – ammonisce Mosconi - ma noi non facciamo distinzioni tra avversari: che sia la Clodiense o il Parma, il nostro atteggiamento e la nostra mentalità devono essere sempre le stesse. Non dobbiamo sentire più pressione addosso perchè giochiamo con l’ultima: dobbiamo fare bene, dare tutto e poi tireremo le somme al 95’”. La Clodiense, da due partite allenata da Renzo Rocchi, ex tecnico di San Donà, Treviso, Rovigo e Dolo, è la 35ª squadra del Veneto che il Ravenna incontra nella sua storia: nessun punto di contatto, aldilà della città di appartenenza – Chioggia -  con il glorioso Clodiasottomarina, travolto 7-0 alla Darsena dall’allora Sarom Ravenna il 13 novembre 1955 nell’unico precedente calcistico con la città lagunare.

“A dispetto della classifica, la Clodiense è una buona squadra, tenace, che predilige giocare a calcio; non verrà a Ravenna rassegnata o disposta a fare regali. Dovremo essere bravi a conquistarci i tre punti attraverso il gioco, l’intensità e la prestazione”. Non saranno della partita Antoniacci, squalificato, Gordini e Destani, indisponibili. “E’ la terza partita in sette giorni: è probabile che farò qualche avvicendamento nell’undici titolare”, conclude Mosconi.  Dirigerà Amir Salama di Ostia Lido (assistenti Palmigiano di Ostia Lido e Zanfardino di Frattamaggiore), al suo primo anno nei quadri della Can di Serie D: fino a oggi sono cinque le partite arbitrate nell’attuale stagione. Prima della agra verrà osservato un minuto di raccoglimento per ricordare le vittime della tragedia di Parigi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Benelli arriva la Clodiense, mister Mosconi: "La squadra ha il morale alto"

RavennaToday è in caricamento