menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arezzo e Ravenna non si fanno male, verdetti rinviati all'ultima giornata

L'imperativo per gli uomini di Colucci era non perdere, e così è stato

Finisce 1-1 tra Arezzo e Ravenna. Entrambe le reti arrivano nel primo tempo: passano in vantaggio gli ospiti con Martignago, pochissimi minuti dopo pareggiano i padroni di casa con Di Paolantonio. Un punto tutto sommato guadagnato per i bizantini, viste le occasioni e i due legni colpiti dai ragazzi di Stellone nella ripresa. L'imperativo per gli uomini di Colucci era non perdere, e così è stato. Si deciderà dunque tutto all'ultima giornata, quando i giallorossi ospiteranno il Carpi, mentre i toscani saranno di scena al Manuzzi di Cesena. 

La partita

Il Ravenna prova a fare la partita e al 2' conclude ben tre volte nella stessa azione: i tiri di Martignago e Papa vengono deviati, mentre quello di Esposito termina alto. Al minuto 20 il Ravenna passa in vantaggio: Martignago sfrutta un pasticcio di Cherubin, si invola verso la porta di Sala e col destro la mette alla sua sinistra. Prova a rispondere l'Arezzo con Cutolo, che dalla distanza trova un gran sinistro ma anche una gran risposta di Tomei. Dura otto minuti il vantaggio giallorosso: Di Paolantonio conclude da fuori centralmente, Tomei non trattiene e se la butta praticamente dentro da solo. 

Ghiottissima chance per i toscani al 47' con Altobelli, il cui tiro da posizione defilata in area colpisce il palo e grazia Tomei. Sono gli aretini a fare la partita: la punizione dal limite di Di Grazia al 60' si stampa sulla traversa. Cinque minuti più tardi Tomei esce e chiude lo specchio a Carletti, salvando i suoi. Sulla respinta, il mancino di Cutolo sfiora il palo di destra. Occasione anche per gli ospiti al 68', con Sereni che prova a deviare in porta un bel cross di Martignago, senza tuttavia riuscirci. A 9' dal termine Arini conclude violentemente verso la porta, senza però angolare: Tomei si rifugia in calcio d'angolo. Sugli sviluppi, l'estremo difensore compie un altro grande intervento sul colpo di testa di Sbraga. All'87' Luciani salva sulla conlusione a porta sguarnita di Marozzi. Pochi secondi dopo l'inizio dei 3' di recupero Vanacore falcia da dietro Iacoponi in fase di ripartenza, venendo inevitabilmente espulso. Finisce 1-1, coi verdetti rimandati all'ultima giornata. 

AREZZO (4-3-3): Sala; Luciani, Sbraga, Cherubin, Pinna (16' Maggioni); Arini, Di Paolantonio (74' Piu), Altobelli; Cutolo (88' Iacoponi), Carletti (88' Sussi), Di Grazia (75' Perez). A disp. Melgrati, Karkalis, Ventola, Benucci, Di Nardo, Kodr, Zitelli, Serrotti. All. Roberto Stellone.
 
RAVENNA (4-3-3): Tomei; Vanacore, Codromaz, Boccaccini, Perri; Rocchi (84' Franchini), Esposito, Papa; Ferretti, Sereni, Martignago (83' Marozzi). A disp. Albertoni, Raspa, Alari, Caidi, Jidayi, Fiore, Fiorani, Mancini, Benedetti, Meli. All. Leonardo Colucci.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento