Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Calcio, fine dei giochi per il Ravenna: umiliati a Legnago, i giallorossi retrocedono in serie D

Prestazione horror dei romagnoli, che nulla possono recriminare: a festeggiare dopo i 180' di spareggio è il Legnago, che resta meritatamente in serie C

Il Ravenna perde 3-0 a Legnago e retrocede nei dilettanti. Dopo la sconfitta per 0-1 del Benelli sabato scorso, i giallorossi avrebbero dovuto vincere in Veneto con almeno due reti di scarto. E invece, Papa e compagni non hanno mai dato l'impressione di poter compiere quello che sarebbe stato quasi un miracolo. Prestazione horror dei romagnoli, che nulla possono recriminare: a festeggiare dopo i 180' di spareggio è il Legnago, che resta meritatamente in serie C.

La partita

Dopo nemmeno 2 minuti i padroni di casa concludono in porta con Rolfini, che costringe Tomei a tuffarsi sulla sinistra e mettere in calcio d'angolo. Il vantaggio Legnago arriva all'8': Yabré pennella un assist perfetto per Bulevardi, che al volo all'altezza del vertice sinistro dell'area giallorossa apre il destro e buca Tomei. Al 12' ci prova Papa su punizione dai 20 metri, mandando però alle stelle. Il Ravenna prova a rendersi pericoloso senza però riuscire a impensierire Pizzignacco, al 32' sfiorano il raddoppio i padroni di casa col sinistro da fuori di Grandolfo di poco alto. Papa a 1' dall'intervallo cerca l'angolo da fuori area, ma l'estremo difensore del Legnago blocca in due tempi. Subito dopo Esposito, col mancino da 20 metri, spreca un'altra chance calciando sopra la traversa. 

Al 52' occasione Ravenna: Sereni col tacco trova Martignago in area, che da posizione defilata mette fuori alla destra di Pizzignacco. Martignago entra poi in area marcato da 3 difensori, se la sistema con la testa e calcia di controbalzo, alzando troppo la mira. Il possesso palla è del Ravenna, ma il secondo gol dell'incontro del Legnago. Al 68' infatti Antonelli recupera un pallone a centrocampo e serve Buric, che si lancia verso Tomei e ipoteca la salvezza. Gli ospiti cercano la rete della bandiera: Ferretti calcia a giro, ma Pizzignacco gli nega la gioia del gol. Tris Legnago al minuto 81: Bulevardi direttamente da calcio d'angolo trova la rete, complice una grossa papera di Tomei. Finisce 3-0, coi veneti che si salvano e stappano il meritato champagne al termine della gara. 

"Al temine del secondo campionato vissuto con stadi vuoti,quarantene e tamponi, il Ravenna retrocede tra i dilettanti, dopo 4 anni dalla riconquista della lega Pro - affermano il sindaco Michele De Pascale e l'assessore allo Sport, Roberto Fagnani -. C’è grande dispiacere e la consapevolezza di vivere un momento difficile per tutti, ma speriamo si possa aprire una nuova fase che porti presto a riconquistare le categorie che una città come la nostra merita" .

LEGNAGO (4-3-2-1): Pizzignacco; Zanoli, Bondioli, Perna, Ricciardi; Giacobbe (33' Antonelli), Yabré, Bulevardi (85' Ruggiero); Rolfini (54' Buric), Grandolfo (54' Chakir); Sgarbi (54' Lazarevic). A disp. Corvi, Pellizzari, Ranelli, Zanetti, Lovisa, Mazzali, Morselli. All. Colella.

RAVENNA (4-3-3): Tomei; Boccaccini (62' Alari), Caidi (46' Perri), Codromaz, Vanacore; Esposito (63' Rocchi), Papa, Benedetti (46' Fiorani); Ferretti, Sereni (74' Marozzi), Martignago. A disp. Raspa, Albertoni, Mancini, Shiba, Jidayi. All. Colucci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, fine dei giochi per il Ravenna: umiliati a Legnago, i giallorossi retrocedono in serie D

RavennaToday è in caricamento