menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un buon Ravenna condannato da un errore: la Triestina espugna il Benelli

Fino al gol degli ospiti la squadra bizantina non aveva sfigurato, arrivando anche più volte vicino al vantaggio

Un buon Ravenna condannato da un episodio contro la Triestina. La squadra di mister Leonardo Colucci è capitolata al 80', punita da un errore difensivo che costa una sconfitta immeritata per quanto visto in campo. Fino al gol degli ospiti la squadra bizantina non aveva sfigurato contro una compagine da vertice come quella guidata da Pillon, arrivando anche più volte vicino al vantaggio, sventate dal portiere ospite con altrettanti miracoli. La classifica resta critica, con i giallorossi fermi a 17 punti a quattro lunghezze dal Fano e cinque dall'Imolese, che non hanno disputato lo scontro diretto. Sconfitta quindi da archiviare in fretta per dirottare tutte le energie nervose verso la gara infrasettimanale contro una squadra in forma come la Virtus Vecomp, il Ravenna deve riprendere subito a muovere la classifica.

E' la Triestina ad andare vicina al gol al 9' con un'incornata di Gomez di poco fuori misura. La risposta del Ravenna è tre minuti più tardi sui piedi di Shiba, di un nulla a lato. Al 17' sono ancora gli ospiti a farsi minacciosi dalle parti di Tomei con un altro colpo di testa di Gomez che sfiora l'incrocio dei pali. E' partita sempre dai piedi di Gomez la nuova minaccia per la retroguardia giallorossa, con Giorico a calciare a lato una conclusione del compagno di squadra precedentemente ribatutta. Dopo aver subìto l'iniziativa degli alabardati, è il Ravenna a farsi minaccioso con un colpo di testa di Mokulu bloccato da Offredi, ma al 45' l'estremo difensore si supera negando il gol a Ferretti, respingendo con i riflessi la botta dell'avversario.

L'inizio di ripresa vede la Triestina subito alzare il ritmo, ma è il Ravenna al 10' a sfiorare il vantaggio su calcio di punizione di Papa tolto dall'incrocio dei pali da Offredi (sul successivo calcio d'angolo Codromaz di testa non inquadra al meglio lo specchio della porta). Non succede nulla di significativo fino al 35', quando un errore della retroguardia romagnola attiva Giorico, rapido a servire in verticale Litteri (subentrato a Mensah) che lascia partire un destro preciso quanto basta per fulminare Tomei. Il Ravenna accusa il colpo, perchè fino a quel momento non aveva deremitato, con mister Colucci a gettare in campo forze fresche (Marozzi, Sereni e Franchini al posto di Mokulu, Shiba ed Esposito) alla ricerca del pari. Ma prevale il nervosismo e il terzo pareggio di fila non è arriva. Al Benelli è la Triestina ad esultare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il gioco da tavolo dell'Inferno di Dante approda a Ravenna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento