Reduce da due vittorie consecutive la Conad Olimpia Teodora cerca il tris a San Giovanni in Marignano

Il coach alla vigilia del match: "Dal nostro punto di vista andiamo lì con una buona dose di fiducia e la consapevolezza di dover mantenere l’asticella dove l’abbiamo portata"

Reduce da due vittorie consecutive a Macerata e contro Montecchio, con la conquista del terzo posto in classifica, la Conad Olimpia Teodora si prepara al sentito derby romagnolo a San Giovanni in Marignano. Le prossime avversarie sono in cerca di riscatto dopo due sconfitte esterne di fila, ma avevano vinto le precedenti quattro partite e sono imbattute in casa dove, nei due match disputati, non hanno concesso neanche un set. Nelle file ravennati prima convocazione in prima squadra per la giovanissima Elena Missiroli, schiacciatrice classe 2003, aggregata dalla Serie B2. Fischio d’inizio alle ore 17 di domani, domenica 1 novembre, al Pala Marignano. Il match si disputerà a porte chiuse in seguito alle disposizione dell’ultimo DPCM. Arbitri del match saranno Lorenzo Mattei e Martin Polenta.

Coach Simone Bendandi introduce così il match: “Affrontiamo una formazione che nelle ultime due partite ha dovuto riassestarsi non avendo più a disposizione Saguatti, ma naturalmente mi aspetto che abbiano lavorato appositamente per trovare nuovi equilibri, anche perché hanno cominciato molto bene il campionato e hanno le potenzialità di dare fastidio a chiunque. Loro sono una squadra che difende moltissimo e lotta su tutti i palloni, quindi noi dovremo avere la consapevolezza di andare a disputare una battaglia, sapendo che dovremo anche avere pazienza perché la palla non andrà a terra al primo tentativo. Queste situazioni non devono crearci frustrazione e, anzi, dobbiamo imparare a essere lucidi nella gestione dei colpi e nel mantenere alta la pressione sull’avversario. Dal nostro punto di vista andiamo lì con una buona dose di fiducia e la consapevolezza di dover mantenere l’asticella dove l’abbiamo portata, ripartendo dal livello raggiunto per continuare a crescere. Ci stiamo comportando bene ma la nostra parola d’ordine resta ‘pazienza’, sempre considerando anche la giovane età delle ragazze. Al momento dobbiamo appunto concentrare il nostro lavoro sulla costanza nel corso della partita e anche sulla gestione degli errori diretti, perché farne meno possibili paga sempre moltissimo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mentre passeggia nota un'auto nel fiume: a bordo non c'era nessuno

  • Morte di Maradona, la Pausini: "In Italia fa notizia l'addio a un uomo poco apprezzabile"

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Troppe persone nel negozio di alimentari: chiuso per 5 giorni

  • Bonaccini: "Restiamo in zona arancione, ma i negozi riaprono". Scuole? "Riaprirei a dicembre"

Torna su
RavennaToday è in caricamento