Al Ravenna bastano due minuti per ribaltare il Rimini: colpaccio al Neri sotto la pioggia

La squadra di mister Luciano Foschi ha espugnato Rimini, ritrovando sotto una pioggia battente il bottino pieno dopo sette turni

Tutto in due minuti. Il Ravenna gioca un brutto calcio per 69 minuti. Va sotto di un gol al 30', poi approfitta di due dormite difensive dei padroni di casa per ribaltarla. E così la squadra di mister Luciano Foschi ha espugnato Rimini, ritrovando sotto una pioggia battente il bottino pieno dopo sette turni. Tre punti pesantissimi, che lanciano i bizantini a quota 18. "Non offriamo un bello spettacolo ed arriviamo da sette partite senza vincere, complici anche delle difficoltà con uomini contati - afferma Foschi ai microfoni di Rai Sport -. Non avevamo nulla da perdere nel secondo tempo ed è venuto fuori il carattere della squadra".

Nel secondo tempo Foschi ha ridisegnato la squadra: "Con due punti ed un trequartista siamo stati più aggressivi. Siamo stati bravi a rimanere in partita dopo aver subìto il gol. Abbiamo avuto delle ripartenze che non abbiamo sfruttato. E dopo il pari ci abbiamo creduto. E' un campionato che si è alzato di livello e che viene deciso dagli episodi. Abbiamo grandi margini di miglioramento e possiamo dare uno spettacolo migliore nella speranza di ritrovare il Ravenna dello scorso anno. Serve pazienza. I giovani sono la nostra risorsa. Gli errori diminuiranno".

La partita

La partenza è di marca giallorossa. Al 7′ ci prova Papa col suo destro di poco a lato. Al 12' arriva la prima conclusione dei padroni di casa con una girata di Arlotti che si spegne tra le braccia Cincilla. Il Rimini prende coraggio: al 15' punizione dal vertice sinistro dell’area di Palma che impegna Cincilla, che devia sopra la traversa. Sale il livello agonistico e la pressione della squadra di Colella. Al 29' un diagonale di Palma fa esaltare le abilità dell'estremo difensore ravennate. E' il preludio al gol: al 30' i biancorossi la sbloccano con un tocco di biliardo su calcio d'angolo di Palma.

Ad inizio della ripresa la squadra di mister Foschi si allunga, ma è il Rimini a sfiorare il 2-0 con una bordata di Zamparo che fa tuonare la traversa. Sono i padroni di casa a continuare a fare la partita, senza trovare tuttavia lo spunto decisivo. L'allenatore giallorosso cerca di dare la scossa a centrocampo gettando nella mischia Selleri per Lora e Mustacciolo per Purro.

Anche Colella cambia, mettendo Ventola al posto di Zamparo. Al 69 Pisascia commette un fallo ingenuo sul neo entrato Raffini al limite dell'area di rigore: il Ravenna ringrazia e trova il pari con una pennellata su calcio di punizione di Giovinco dal limite dell'area di rigore. Un giro di lancette più tardi i bizantini addirittura la ribaltano, trovando il 2-1 con una conclusione al volo sul secondo palo di D'Eramo che fulmina Sala. I biancorossi cercano di guadagnare metri, ma la difesa ospite fa buona guardia.

All'81 Silvestro, lasciato tutto solo in area di rigore incorna debolmente una traversone dalla destra di Ferrani, Cincilla para senza problemi. La squadra di Colella continua a spingere sulla fascia destra cercando la soluzione del cross, trovando sempre pronto l'estremo difensore del Ravenna. Negli ultimi cinque minuti non succede nulla di significativo. E' il Ravenna ad esultare sotto la pioggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciagura stradale nella domenica dell'Immacolata: l'auto si schianta fuori strada, muore a 22 anni

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • "L'Ue vieta l'unico prodotto efficace contro la cimice asiatica. Sarà un disastro"

Torna su
RavennaToday è in caricamento