Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

La Romagna ospita i Campionati italiani di ciclismo: tutte le gare e i percorsi in programma

Una cronometro tutta faentina e una tappa di 225 chilometri che attraversa tutto il territorio romagnolo, dal mare alla montagna

La Regione Emilia-Romagna crede tanto nello sport, e in particolare nel ciclismo, con la sua caratteristiche di narrazione ideali per la promozione del territorio. Da qui tanti grandi eventi, a cui nel 2021 si aggiungono i Campionati italiani di ciclismo su strada Elite Uomini (prof) e a cronometro Elite Uomini, Elite Donne e Junior Donne che prenderanno vita proprio sull'asfalto romagnolo. Le gare si svolgeranno venerdì 18 giugno (le cronometro) e domenica 20 giugno 2021 (la gara in linea).

La rassegna tricolore 2021 prenderà il via venerdì 18 giugno, con partenza e arrivo a Faenza per le tre cronometro (Crono Elite Uomini, Crono Elite Donne; Crono Junior Donne). Domenica 20 giugno, la gara in linea Elite Uomini prenderà il via da Bellaria Igea Marina, già sede di partenza recentemente di una tappa del Giro di Romagna per Dante Alighieri, per risalire tutta la Romagna in direzione Faenza, da dove si affronteranno Monticino e Gallisterna per immettersi così nel circuito conclusivo, che si ripeterà quattro volte ricalcando in gran parte il percorso dei Campionati del Mondo vinti a settembre dal francese Alaphilippe. La conclusione sarà a Imola in viale Saffi, vicino alla Rocca Sforzesca. I due percorsi di Mondiali di Imola, 1968 (vittoria di Adorni) e 2020, saranno presto caratterizzati da una segnaletica dedicata come circuito permanente per il ciclismo e il cicloturismo, continuando nella valorizzazione e promozione del territorio attraverso la bicicletta e gli eventi sportivi.

“I Campionati italiani a cronometro e in linea in Emilia-Romagna saranno un grande spettacolo – ha detto Davide Cassani, presidente APT Servizi Emilia Romagna e Direttore tecnico squadre Nazionali ciclismo -, con i protagonisti del ciclismo italiano tra Faenza, Bellaria Igea Marina e Imola. Il percorso scelto per la cronometro è molto simile a quello che i corridori troveranno a Tokyo alle Olimpiadi. Strade belle, ben asfaltate , sarà un bel banco di prova per Filippo Ganna e per gli altri protagonisti italiani delle prove contro il tempo. Domenica si conclude sul circuito dei Mondiali 2020, con la Galisterna su cui Alaphilippe nel 2020 ha spiccato il suo volo iridato. Anche in questa occasione vedremo vincere un campione, perché su un percorso simile può vincere solo un campione”.

“In questo 2021 -spiega il sindaco del Comune di Faenza, Massimo Isola -, anno così particolare per l’emergenza pandemica, abbiamo deciso di investire sulla \bicicletta quale opportunità anche quale mezzo per la ripartenza turistica; tra il 12 maggio e il 20 giugno ospiteremo tre eventi di rilevanza nazionale ma puntiamo ad ospitare con regolarità appuntamenti pensando già agli anni prossimi. Faenza e il suo territorio infatti, sia per il suo rapporto storico con le ‘due ruote’ che per la sua conformazione geografica, ha tutte le caratteristiche per candidarsi a luogo dove la bicicletta possa assumere un ruolo centrale con la possibilità di attirare sportivi e appassionati che qui potranno trovare un ambiente ottimale”.

I percorsi

Venerdì la cronometro Uomini Elite misura 45,7 km e sarà un ottimo test in vista delle Olimpiadi di Tokyo. Il percorso prevede 450 metri di dislivello. Partenza da Faenza per toccare Villagrappa, Terra del Sole, Rocca di Monte Poggiolo (178 m slm), Cima Sabbioni (158 m slm), San Mamante, Santa Lucia, via Agello (166 m slm), Marzeno, Ponte Rosso e di nuovo Faenza, con l'arrivo in Piazza del Popolo. La cronometro Donne Elite è di 33,3 km con un dislivello di 350 m; dopo il via da Faenza le atlete toccheranno Villagrappa, Terra del Sole, Rocca di Monte Poggiolo (178 m slm), Cima Sabbioni (158 m slm), San Mamante, Santa Lucia, Ponte Rosso e di nuovo Faenza, con l'arrivo in Piazza del Popolo. La cronometro Donne Juniores è di 15,6 km con un dislivello di 150 m; dopo il via da Faenza le atlete andranno verso via delle Vigne, via Ramona, via Bianzarda di S.Biagio, San Mamante, via San Martino, Ponte Rosso e di nuovo Faenza, con l'arrivo in Piazza del Popolo.

Domenica la gara in linea Uomini Elite prenderà il via da Bellaria Igea Marina; 225 km da percorrere per un dislivello complessivo di 3.100 metri.
Il gruppo risalirà la Romagna passando per Villalta, Matellica, Carpinello, Forlì, Villanova, Faenza prima di affrontare Cima Monticino (280 m slm) che porta a Riolo Terme dove ci si ricongiunge con le strade dei Campionati del Mondo 2020, affrontando così Cima Galisterna (268 m slm), via Sabbioni e ingresso in Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Si transiterà per la prima volta sotto il traguardo che in questa occasione si troverà in viale Saffi a Imola, vicino alla Rocca Sforzesca. Da lì parte il conteggio per gli ultimi quattro giri sul percorso dei Mondiali 2020: via Bergullo, Cima Mazzolano (137 m slm), Riolo Terme, Cima Galisterna e ritorno in viale Saffi a Imola, per un circuito che misura complessivamente 31,4 km.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Romagna ospita i Campionati italiani di ciclismo: tutte le gare e i percorsi in programma

RavennaToday è in caricamento