menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rugby, il Ravenna sconfigge il Macerata con uno storico drop-kick

Sul finale di partita, Trolio mette in cassaforte la vittoria realizzando un drop-kick poco fuori dalla linea dei ventidue, aggiornando anche le statistiche della società che non vedevano un drop realizzarsi da tempo immemore

Grande partita quella disputata dal Ravenna Rugby che regola Macerata, la capolista del girone, con un 19-10 che rispecchia degnamente i valori in campo, e che rimanda il discorso salvezza all’ultima giornata.

Primo tempo generoso quello giocato dai ravennati, al cospetto di una formazione quadrata e solida in tutti i reparti. La caparbietà difensiva permette di arginare i numerosi tentativi d’attacco maceratesi. Un calcio di punizione del mediano d’apertura, Trolio, porta in vantaggio i padroni di casa (3-0), ma poco più tardi una meta ben costruita in touche dagli avanti ospiti muove di nuovo il tabellone, con la prima frazione che si chiude sul 3 a 5. Nel secondo tempo è Spagnolo a trovare la giocata che serve ai ravennati per sbloccarsi. Dopo una serie di ruck avanzanti, sulla linea di metà campo il mediano di mischia finta il passaggio e s’incunea nella linea di difesa sfuggendo alla guardia, si invola verso la meta avversaria dribblando l’estremo e segnando sotto i pali per la facile trasformazione di Trolio (10-5). E’ la scossa emotiva che serve ai porpora-oro. Nonostante il momentaneo pareggio degli ospiti, che sfruttano un’incomprensione dei mediani di casa per marcare meta vicino alla bandierina (10-10), il pallino del gioco resta in mano al Ravenna, che costringe Macerata a diversi falli, due dei quali portano alla trasformazione verso l’acca da parte di Trolio (16-10). Sul finale di partita, lo stesso Trolio mette in cassaforte la vittoria realizzando un drop-kick poco fuori dalla linea dei ventidue (19-10), aggiornando anche le statistiche della società che non vedevano un drop realizzarsi da tempo immemore. Il primo e unico della storia del Club fu realizzato da Filippo Virzi sul campo dell’Ancona nell’ormai lontano 2011.

La salvezza si giocherà sul filo del rasoio all’ultima giornata di campionato. Due retrocessioni previste in C2, una già decisa con il Castel San Pietro, ultimo a 4 punti. Grazie alla vittoria 29-15 con bonus dell’Ancona ai danni del Faenza Rugby, il Ravenna non può ancora dirsi salvo. I biancoverdi sono a quota 20 punti in classifica ed al penultimo posto, mentre il Ravenna si trova a 22 punti grazie alla vittoria per 19-10 sul Macerata. Dunque si deciderà tutto domenica, in cui l’Ancona andrà a Macerata e il Ravenna si giocherà il tutto per tutto a Fano.

Ravenna-Macerata 19-10

RAVENNA RFC: Benelli (Bassi), Fattori, Di Pace, Xella, Sangiorgi, De Zerbi (Benini), Gaudenzi, Biagiotti, Spagnolo, Trolio, Collu (Laghi), Capone, Shehu, Hedli, Cantatore. A disp. Bado, Gardini. All. Mingolini-Cotignoli

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento