Scherma, il lughese Simone Greco convocato ai mondiali under 17 di spada

Greco, assieme ad altri due connazionali, rappresenterà l'Italia nella specialità della spada, categoria under 17

Grazie agli ottimi risultati ottenuti agli europei svoltisi nei giorni scorsi nella città russa di Sochi (quinto posto nell'individuale e oro a squadre), lo schermidore lughese Simone Greco ha ottenuto la convocazione in nazionale per i campionati mondiali giovanili in programma dal 1 al 9 aprile a Verona. Greco, assieme ad altri due connazionali, rappresenterà l'Italia nella specialità della spada, categoria under 17. Uno straordinario risultato che proietta la scherma lughese ai vertici internazionali.

Il rilievo di questo successo è stato sottolineato anche dall'amministrazione comunale di Lugo che - nella persona dell'assessore allo sport Lino Montalti - nei giorni scorsi ha fatto visita alla Società per complimentarsi con Greco per il risultato ottenuto. La presenza di Lugo ai più alti livelli della scherma non si limita tuttavia a questa storica convocazione: va ricordato infatti che l'attuale responsabile delle nazionali under 17 e under 20 di spada è il maestro Guido Marzari, tecnico in forza proprio alla Società Schermistica Lughese. Il maestro Marzari alterna infatti il proprio impegno in nazionale all'attività quotidiana con gli atleti lughesi nella palestra di Via Sabin presso il PalaBanca di Lugo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Natale arriva in anticipo: acquista un gratta e vinci e incassa una vincita milionaria

  • E' scomparsa Lola, la 'cockerina motociclista' che viaggiava per beneficenza

  • Dopo 21 anni il titolare della storica pizzeria è sconsolato: "Ravenna sta morendo"

  • Via Diaz sempre più deserta, chiude un altro negozio: "Per i ravennati lo shopping è solo in via Cavour"

  • Spaccata all'Unieuro: suv ariete per abbattere la saracinesca, razzia di pc e smartphone

  • Bancomat, Pos e carte di credito in tilt: caos per prelievi e pagamenti in tutta Italia

Torna su
RavennaToday è in caricamento