Scherma, oro e bronzo per le ragazze del Circolo ravennate della spada

Si è svolta a Faenza la terza e ultima prova interregionale del Gran Premio Giovanissimi, dedicato alle categorie U14

Si è svolta a Faenza la terza e ultima prova interregionale del Gran Premio Giovanissimi, dedicato alle categorie U14. 21 gli atleti ravennati schierati sulle pedane allestite al PalaCattani. L’oro, per la società giallorossa, arriva da Anna Casamenti, categoria giovanissime, a conclusione di una competizione che la vede protagonista già dalla fase a gironi, insieme alle gemella Alice, che dovrà fermarsi nel tabellone degli ottavi di finale. Elena Antonucci, categoria Bambine, raggiunge il terzo gradino del podio fermata per l’accesso alla finale dalla vincitrice della gara; quinto posto per Mariagrazia Casadio, si ferma al tabellone dei 16 Lavinia Delfino.

Nella categoria Maschietti, tabellone degli ottavi di finale raggiunti da Alessio Bazzocchi, Mattia G. Costa e Francesco Delfino, quest’ultimo fermato per una sola stoccata nella corsa verso i quarti; miglioramenti nell’atteggiamento agonistico per i compagni di categoria Filippo Faccani, Lorenzo Santoni, Lorenzo Tamburini e Tomàs Carignano. La prova interregionale prevede l’accorpamento delle categorie Ragazzi e Allievi, il CRS schiera in pedana per la gara Femminile Elettra Borghesi, per la competizione maschile Francesco Pizzo, Matteo Lontani, Alessandro Emiliani, Marco Merola, Cristian Montanari, Giacomo Faccani e Riccardo De Angelis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Maltempo senza tregua, fiumi e canali osservati speciali. E sul litorale una domenica critica

  • Qualità della vita, criminalità altissima a Ravenna: peggio di lei solo Milano, Rimini e Trieste

Torna su
RavennaToday è in caricamento