rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Sport

Senza Grozdanov la Consar Ravenna capitola contro la Tonno Callipo

Bonitta ha schierato Batak in palleggio, opposto Pinali, Mengozzi in coppia con Aronsawan in posto tre, Recine e Loeppky in zona quattro e Kovacic a guidare la seconda linea

Si apre con un ko il 2021 della Consar Ravenna, capitolata 3-0 contro la Tonno Callipo, che consolida il terzo posto in classifica con 31 punti. Coach Marco Bonitta, che ha dovuto fare a meno di Grozdanov impegnato con la nazionale bulgara nelle qualificazioni ai campionati Europei, ha schierato Batak in palleggio, opposto Pinali, Mengozzi in coppia con Aronsawan in posto tre, Recine e Loeppky in zona quattro e Kovacic a guidare la seconda linea. Quattro set ball annullati nel primo set, tre nel secondo parziale, il terzo set perso in volata a un passo dallo striscione del traguardo: la Consar ha provato sempre ad opporsi alla Callipo e a cambiare l’esito del match, valido per la 17ª giornata del campionato di SuperLega, ma alla fine esce sconfitta dal Pala Maiata per 3-0, un risultato che nelle sfide dirette tra Vibo e Ravenna mancava da quasi 3 anni, dal 18 febbraio 2018 quando l’allora Bunge espugnò il vecchio Pala Valentia. La squadra di casa fa valere la sua qualità e la continuità di gioco, quella che non riesce a trovare Ravenna che chiude col 38% nonostante Loeppky e Recine arrivino comunque in doppia cifra (rispettivamente 13 e 11 punti).  “Ci abbiamo provato, soprattutto nel terzo set, a fare qualcosa di più però devo dire che Vibo ha giocato una partita molto costante, anche nel cambio palla, e ha fatto valere la velocità e la tecnica dei suoi giocatori e non siamo riusciti a mettere il naso fuori - afferma coach Bonitta -. Non siamo riusciti ad avere un fondamentale realmente positivo: dobbiamo lavorare ancora tanto, come sempre”.

Partenza sprint della Tonno Callipo (4-0) che conduce sempre nel punteggio e si fa apprezzare per il gioco lineare con cui Saitta varia bene le diverse soluzioni. Sia in posto-4 con Defalco (12 punti) e Rossard (top scorer del match, 16 punti) che al centro trova i varchi giusti. In particolare in posto-3 in evidenza Cester e Chinenyeze (mvp del match) autore, in questo primo set di 6 punti, 2 muri con il 67% in attacco. Buone percentuali della Callipo anche in attacco (57% contro il 33% degli ospiti), con Abouba (13 punti) che mantiene standard elevati con il 50% nella fase offensiva, 2 muri e 2 ace. Bonitta cerca di frenare l’impeto dei calabresi chiamando il primo time out, ma la formazione di casa continua a macinare gioco e punti. Fino al 19-15 però, quando Baldovin è costretto a richiamare i suoi in panchina con Ravenna che infila un parziale di 3-0. Da lì in poi però la formazione vibonese ritorna concentrata e concreta mantenendo sempre un discreto margine e dopo 4 set-point annullati, è Defalco a chiudere in modo vincente.

Il secondo set è sulla falsariga del primo con Vibo che continua ad attaccare bene (52%) ed anche a muro (3 in questo set) riesce a leggere bene gli attacchi avversari. Rossard aumenta i giri e realizza sei punti in questo parziale spingendo i compagni sul 2-0. Sul punto (10-5) del francese, Bonitta chiama time out ed anche in questo parziale Ravenna sospinta dal duo Recine-Loeppky ritorna in gara con un altro parziale di 3-0 fino al 14-12. Anche stavolta però Vibo riprende ad attaccare con continuità, Rossard infila l’ace del 16-12 e il vantaggio con i romagnoli arriva a +5 (20-15) con un primo tempo di Cester. Bonitta riprova col secondo time out e la squadra cerca di restare in partita annullando tre set-point, ma Chinenyeze con un primo tempo mette il sigillo al 2-0 di Vibo (25-21).

Nel terzo set Bonitta opta per l’ingresso di Stefani al posto di Pinali cercando di dare più verve in attacco alla sua squadra. I risultati sembrano dargli ragione: questo parziale è infatti più equilibrato con Ravenna che riesce anche a condurre talvolta nel punteggio (7-9 e 8-10). La Callipo però non molla e la gara si infiamma: su un attacco di Recine, coach Bonitta protesta tanto da ricevere un rosso dall’arbitro Cappello. Si riprende sul 17-16 per Vibo dopo un lungo confronto tra secondo arbitro e segnapunti per il punteggio. Anche in questo terzo set Ravenna si rende protagonista di un parziale di 3-0 (fino al 20-19) e lotta con ardore fino al 22-22. Qui la Callipo opera il contro break con due errori punto di Ravenna (battuta sbagliata di Loeppky e attacco out di Stefani), e dopo un time out di Bonitta è Rossard a chiudere set (25-22) ed incontro 3-0.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senza Grozdanov la Consar Ravenna capitola contro la Tonno Callipo

RavennaToday è in caricamento