menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sitting volley, i giocatori della PianoterRa accedono ai playoff

Dopo la prima tappa svoltasi a Ravenna la romagnolissima PianoterRa, targata Porto Robur Costa, a Campegine ha centrato l’obiettivo stagionale di accedere ai playoff

Domenica, presso il Komodo di Campegine, si è svolta l’ultima tappa della fase di qualificazione alla Coppa Rotary Fipav CRER open, di sitting volley. La competizione interregionale, resa possibile grazie al supporto del Distretto 2072 del Rotary Club, giunge dunque alla terza edizione con la partecipazione di ben 12 squadre (il doppio dello scorso anno) provenienti da tutta Italia per contendersi, su due gironi, l’accesso ai playoff che si giocheranno in giornata unica il 14 aprile al Pala Raschi di Parma.

Dopo la prima tappa svoltasi a Ravenna la romagnolissima PianoterRa, targata Porto Robur Costa, a Campegine ha centrato l’obiettivo stagionale di accedere ai playoff vincendo la gara contro Paesana per 2 a 0 e strappando con le unghie due importanti punti ottenuti portando al tie-break sia Cesena che Brembate di Sopra, 2 punti che hanno regalato ai leoni ravennati il terzo posto nel girone a pari merito con gli all blacks cesenati e che sono costati invece il primo posto del girone ai lombardi, superati così dai King, padroni di casa.

Dal Girone A passano invece Pisa, Parma I, Modena e Roma. Si contenderanno la classifica dal 9° al 12° posto Paesana, Parma II, Fermo e Ponte Buggianese. Tutte le squadre emiliano-romagnole accedono così alla fase finale della coppa dimostrando l’ottimo livello regionale raggiunto in questi anni nella pallavolo paralimpica che sempre più si diffonde ed entra nel cuore di tutti.

“È stata una giornata dai ritmi serrati in cui si è visto davvero un bel sitting volley - commenta Valentina Minelli, atleta della PianoterRa che domenica ha vestito la fascia da capitano - Dodici squadre che partono anche da città lontane, come Roma, Pisa e Cuneo per sedersi e mettere a frutto il lavoro fatto in palestra, disabili e normodotati che si attaccano senza esclusioni di colpi, un fair-play positivo e costruttivo, tante occasioni di confronto, scambio e crescita personale. Il nostro sport è differente, il sitting volleyball è strabiliante e invito tutti a seguirlo con attenzione e a venire a provarlo con noi: non ve ne pentirete!”.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento