Kick boxing: periodo di piena attività per gli atleti dello Snatch Fight Dept

Lo scorso week end alla seconda edizione del Fight Game tenutati a Cesena il 27 Febbraio, la lughese Veronica Gallamini ha incrociato tibie e guantoni con l'atleta di Urbino, Silvia Malatini.

Periodo di piena attività, su più fronti, per gli atleti dello Snatch Fight Dept, team lughese di kick boxing e K1 capitanato dai coach Damiano Poletti e Gabriele Galasso. Lo scorso week end alla seconda edizione del Fight Game tenutati a Cesena il 27 Febbraio, la lughese Veronica Gallamini ha incrociato tibie e guantoni con l'atleta di Urbino, Silvia Malatini. Dopo qualche scambio di "assaggio", Gallamini ha costretto l'avversaria alle corde per poi scaricare una lunga serie di diretti tanto che l'arbitro è dovuto intervenire per un conteggio. La fighter lughese ha poi saputo cavalcare abilmente l'inerzia del match, dominando per tutta la ripresa con ottimi colpi, costringendo l'atleta marchigiana ad abbandonare il confronto all'inizio del secondo round.

Domenica 6 marzo sarà invece il turno del coach Gabriele Galasso che combatterà, in quel di Imola, in occasione del "Fighting Day 16", galà di sport di combattimento tra i più prestigiosi in Italia. Galasso affronterà, in un match che si preannuncia già spettacolare e senza esclusione di colpi, il potente mancino Luca Migani, del team Pro Fighting Rimini. Il match si svolgerà sotto l'occhio delle telecamere di Rai Sport, maggior ragione per gli atleti ed in particolare per Galasso per dimostrare tutto il proprio talento e tecnica.

Ma lo Snatch Fight Dept. non si ferma qui e pensa in grande, andando oltre i confini nazionali.

Lo scorso 12 febbraio, infatti, il fighter romagnolo Andrea Zanardi ha rappresentato i colori giallo-neri dello Snatch Fight Dept. al Max Muay Thai, importante galà professionistico svoltosi a Pattaya, in Tailandia, dove si è visto opposto ad un atleta locale. Con il solito stile di combattimento aggressivo e con un ottimo lavoro di ginocchia, Zanardi, da subito, è riuscito a portare all'angolo il thailandese per poi "lavorarlo" con un robusta serie di colpi di pugilato al corpo. Dopo un primo conteggio inflitto è stato poi un pesante colpo al fegato, sferrato dal fighter romagnolo, a mettere ko l'avversario thailandese, chiudendo definitivamente le ostilità allo scadere della seconda ripresa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo Snatch Fight Dept. sta vivendo un inizio di stagione davvero esaltante. Pur essendo solamente nel suo primo anno di vita, il team lughese e i suoi atleti hanno conseguito importanti risultati e l'ottima esperienza in terra thai di Zanardi dimostra, ancora una volta, l'ottimo lavoro svolto dai coach Poletti e Galasso. Ora l'obiettivo è quello di continuare su questa strada, cercando di migliorare ancora nei mesi a venire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Elezioni a Faenza: lo spoglio delle schede e i risultati - LA DIRETTA

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento