Super Gasly a Spa, è "Driver of the Day": "Volevo fare bene per Hubert"

Solo undicesimo Daniil Kvyat: "Credo che non abbiamo scelto la strategia giusta, quindi dovremo rivedere la nostra gara. Abbiamo differenziato le strategie e sfortunatamente ho avuto quella meno performante"

Nel weekend belga da dimenticare per la Ferrari, c'è un'altra scuderia italiana che cresce bene: è la faentina Alphatauri, che ha concluso il round di Spa Francorchamps con un piazzamente nella top ten e la consapevolezza che senza l'ingresso della safety car per un incidente senza conseguenze che ha visto coinvolti Antonio Giovinazzi e George Russell si poteva ambire a qualcosa di più. Pierre Gasly ha voluto onorare la memoria dell'amico Anthoine Hubert, scomparso tragicamente un anno fa in un drammatico incidente durante la gara del sabato di F2, chiudendo il Gran Premio all'ottavo posto. "Era una giornata importante per me, volevo fare bene per ricordare Anthoine dopo quello che è successo lo scorso anno", confessa.

Il transalpino illustra così la sua gara: "Abbiamo adottato una strategia diversa, partendo con la mescola dura. È andata meglio del previsto e sono riuscito ad attaccare e superare parecchie vetture. Il sorpasso su Perez è stato particolarmente intenso, ma molto divertente. Eravamo consapevoli che l’uscita di una safety car tra l’inizio della gara e il 20° giro avrebbe compromesso la nostra gara e sfortunatamente è successo, dando ai nostri avversari un pit-stop di vantaggio su di noi. Non ci siamo arresi, perché avevamo una grande macchina e un buon ritmo, così ho spinto più che potevo".

Continua Gasly: "Dopo la nostra sosta, siamo tornati in pista quasi per ultimi, ma mi sono divertito a rimontare fino all’ottavo posto, è stato semplicemente fantastico. Penso che l’intervento della Safety Car ci sia costato un potenziale quinto posto, abbiamo perso una ventina di secondi e alla fine ho tagliato il traguardo sette secondo dietro Ocon, che ha terminato quinto. Eravamo davanti a una grande sfida e siamo riusciti a recuperare, penso che possiamo esserne felici. È bello esser stato nominato Driver of the Day, quindi grazie a tutte le persone che hanno votato per me: proverò a ripetermi ancora nelle prossime settimane".

Solo undicesimo Daniil Kvyat: "Credo che non abbiamo scelto la strategia giusta, quindi dovremo rivedere la nostra gara. Abbiamo differenziato le strategie e sfortunatamente ho avuto quella meno performante. Sarebbe stato meglio iniziare con la mescola più dura. Mi sentivo sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato, perché su una pista difficile come Spa è davvero dura tenere alle spalle gli avversari con gomme vecchie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico tamponamento mortale, il disperato volo dell'elicottero non riesce a salvargli la vita

  • Una giovane stilista romagnola conquista il principe Carlo con i suoi abiti

  • Critiche sui social all'attrice lughese scelta da Gucci

  • Schianto frontale: Panda proiettata nel fosso dopo l'urto, 65enne soccorso con l'elicottero del 118

  • Trova un pezzo di dito nell'involtino primavera: partono le indagini

  • Ci mette 'Anema e core' e apre una pizzeria napoletana: "E' la mia passione da sempre"

Torna su
RavennaToday è in caricamento