Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Superbike, la crisi di Melandri continua anche ad Assen: solo 14° nelle prime prove

Dopo il fine settimana decisamente negativo di Aragon, anche l'appuntamento di Assen sembra esser partito col piede sbagliato

Cosa sta succedendo a Marco Melandri? Il ravennate è sprofondato in una profonda crisi dal weekend di Buriram. Dopo il fine settimana decisamente negativo di Aragon, anche l'appuntamento di Assen sembra esser partito col piede sbagliato. Il portacolori della Yamaha del team GRT ha chiuso col 14esimo tempo la prima giornata di prove libere del Gran Premio d'Olanda, quarto round del mondiale Superbike, a 1.351 dalla virtuale pole position. Tom Sykes ha portato la Bmw in cima alla lista dei tempi col crono di 1'35"414, precedendo di appena 3 millesimi la Kawasaki di Jonathan Rea. Vicinissima anche l'altra "verdona" di Leon Haslam, a 13 millesimi.

Completano la top five la Bmw di Markus Reiterberger e la Yamaha dell'idolo di casa Michael Van Der Mark, rispettivamente a 28 e 31 millesimi. Venerdì difficile per il dominatore del campionato Alvaro Bautista: per il pilota della Ducati Aruba pochi giri e ricerca della miglior messa a punto. Solo nel finale lo spagnolo ha firmato il crono di 1'35"547, a poco più di un decimo dalla vetta. La Panigale V4R è in difficoltà nel tortuoso trafficato di Assen: Chaz Davies, reduce dal doppio podio di Aragon, ha chiuso il day col nono tempo a quasi quattro decimi da Sykes e con una scivolata ad inizio turno. Distacchi molto ridotti: tra il primo e l'ultimo, Alessandro Delbianco, ci sono 2.487.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbike, la crisi di Melandri continua anche ad Assen: solo 14° nelle prime prove

RavennaToday è in caricamento