Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Sport

Superbike a Misano, Melandri insegue le Kawasaki: "La moto va bene"

Marco Melandri commenta così la prima giornata di prove libere del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike

"La moto va bene, ma è presto per capire se abbiamo risolto i problemi di Donington". Marco Melandri commenta così la prima giornata di prove libere del Gran Premio della Riviera di Rimini, settimo round del mondiale Superbike. Il pilota di Ravenna ha chiuso col terzo tempo a 250 millesimi dalla migliore prestazione realizzata dalla Kawasaki di Jonathan Rea. "E' una partenza discreta - commenta l'ex campione del mondo della 250cc -, la preparazione non è andata male. Ora serve fare una buona qualifica per partire davanti".

Il portacolori della Ducati entra nel dettaglio: "La squadra ha fatto davvero un ottimo lavoro dopo i test, analizzando i dati e deliberando un assetto che si è rivelato azzeccato. Dopo due round difficili, sembra che siamo finalmente riusciti a metterci alle spalle i problemi. Ora cercheremo di migliorare ancora, in particolare nel primo settore del tracciato, ma voglio concentrarmi soprattutto sul passo di gara prima ancora che sul giro singolo, perché in queste condizioni sarà fondamentale essere costanti. Credo che, se riusciremo a sfruttare il nostro potenziale, potremo fare una buona gara dall’inizio alla fine".

Battere il Rea visto a Misano è tutt'altro che semplice. La Kawasaki si è mostrata particolarmente competitiva, come dimostra anche il secondo tempo di Tom Sykes a 30 millesimi dal compagno di squadra. Per il britannico anche un brivido nel finale, con un'innocua scivolata senza conseguenze. Ducati, quindi, costretta ad inventarsi qualcosa in fretta per interrompere lo strapotere delle "verdone". Melandri è sembrato più a suo agio rispetto a Chaz Davies, che ha chiuso la giornata a 349 millesimi.

Completa la top ten la Mv Agusta di Leon Camier, a 366 millesimi da Rea. In un secondo sono racchiusi dieci piloti: a completare la top ten ci sono Jordi Torres (Bmw Althea), Xavi Fores (Ducati Barni), Michael Van Der Mark (Yamaha), Eugene Laverty (Aprilia Milwaukee) e Alex Lowes (Yamaha). Undicesimo Lorenzo Savadori, che ha chiuso il turno pomeridiano a 1"022. Quattordicesimo Raffaele De Rosa (Bmw Althea) davanti al sammarinese Alex De Angelis (Kawasaki). 18esimo Riccardo Russo (Yamaha Guendalini); penultimo e ultimo posto per Fabio Menghi (Ducati Vrt Racing) e Ayrton Badovini (Kawasaki team Grillini).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbike a Misano, Melandri insegue le Kawasaki: "La moto va bene"

RavennaToday è in caricamento