rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Sport

Calcio femminile, il San Zaccaria torna da Tavagnacco con una sconfitta

La partenza biancorossa è subito in salita. Non passa nemmeno un minuto che Brumana imbeccata sul filo del fuorigioco si trova sola in area e trafigge Tampieri

Torna da Tavagnacco con una sconfitta il San Zaccaria. La squadra di mister Nardozza non riesce a dare continuità alla bella prestazione di sabato scorso contro il Brescia e contro un Tavagnacco cinico e spietato deve accontentarsi della prima doppietta stagionale di Alessia Longato, magra consolazione in vista di una settimana nella quale sarà importante lavorare per ritrovare energie e positività. Novità nella formazione biancorossa. Nardozza propone ancora Principi in attacco, ma a supportarla a sinistra c'è Linda Tucceri e a destra Costanza Razzolini. Le chiavi del centrocampo sono sempre affidate a Giada Pondini che a sinistra viene supportata da Filippi, mentre in difesa Barbieri e Venturini formano la coppia centrale con Quadrelli a destra e la rientrante Santoro a sinistra. 

Avvio shock. La partenza biancorossa è subito in salita. Non passa nemmeno un minuto che Brumana imbeccata sul filo del fuorigioco si trova sola in area e trafigge Tampieri. Il gol non scoraggia le ragazze di Nardozza, ma permette al Tavagnacco costringere fin da subito le biancorosse a costruire gioco e a spendere energie. La prima occasione biancorossa dopo un'uscita di Ferroli a bloccare un cross di Tucceri arriva al quarto d'ora, quando un'azione manovrata sull’asse Principi-Casadio sfuma per poco. Costrette a scoprirsi le ragazze di Nardozza lasciano qualche varco alle gialloblù, che cercano con la capo cannoniere Clelland di colpire di rimessa. Al 19’ la scozzese resiste alla carica di due giocatrici, ma scocca un tiro velleitario che non crea patemi.

Sull'altro fronte il San Zaccaria continua a spingere, ma anche al 21’ una bella azione insistita tra Principi e Razzolini non sfocia in nulla di pericoloso. Ben diverso quel che accade cinque minuti dopo con Principi che crossa in mezzo all'area dove Razzolini prolunga sul fronte opposto per l'accorrente Tucceri, il cui tiro però è fuori misura. Centra invece lo specchio quello di Santoro che alla mezz'ora raccoglie una respinta della difesa che mette fuori area una punizione velenosa di Pondini, ma il suo tiro – benché potente – è troppo centrale e Ferroli riesce a controllarlo. La stessa cosa deve fare Tampieri cinque minuti dopo sulla “solita” Clelland che da posizione decentrata trova lo specchio della porta del San Zaccaria. 

Tavagnacco cinico. Al rientro in campo Nardozza prova a cambiare qualcosa e mette nella mischia Carlotta Moscia. Il San Zaccaria parte rabbiosamente, ma il Tavagnacco fa subito paura al 3’ con Clelland che costringe Tampieri ad una bellissima parata e al 4’ con Camporese, anche lei a tu per tu con Tampieri e disinnescata dall’estremo difensore con la collaborazione di Quadrelli. Sono piccoli segni di cedimento che non fanno respirare le biancorosse e, al 6’, arriva il raddoppio grazie a Clelland, velocissima a scappare alla difesa al limite del fuori gioco e a depositare in rete superando Tampieri in uscita. È un gol che taglia un po’ le gambe alla squadra di Nardozza, che se da un lato continua a farsi vedere dalle parti di Ferroli, dall'altro subisce la pericolosità offensiva del Tavagnacco che al 17’ cala il tris trovando il gol con Tuttino che al termine di un'azione insistita in area e dopo che la stessa Barbieri nel tentativo di anticipare una giocatrice aveva deviato la palla sul palo deposita in rete con un tiro potente.

Nemmeno il tempo di riordinare le idee che, dopo un'occasione capitata sui piedi di Longato al 20’, un minuto dopo il Tavagnacco cala il poker con un gol bellissimo di Clelland che da fuori area con un pallonetto supera Tampieri. Al 29’ il San Zaccaria trova il gol che accorcia le distanze con Longato, che spara di potenza una ribattuta della difesa in fondo al sacco. Il Tavagnacco continua comunque ad essere pericoloso e al 31’ solo una strepitosa Tampieri riesce a togliere la soddisfazione della doppietta a Brumana deviando la sua bordata su punizione nella parte alta della traversa. Chi invece inquadra lo specchio è ancora Longato che al 45’ trova una traiettoria velenosa che vale il 4-2 e ravviva i tre minuti di recupero, comunque troppo pochi per riuscire a spaventare ulteriormente le padrone di casa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio femminile, il San Zaccaria torna da Tavagnacco con una sconfitta

RavennaToday è in caricamento