Tennis, Massa Lombarda cede 4-2 al Park Genova

Un grande cuore e una prestazione di squadra di alto livello non sono bastati per sovvertire il pronostico al Circolo Tennis Massa Lombarda nella seconda giornata di serie A1 maschile

Un grande cuore e una prestazione di squadra di alto livello non sono bastati per sovvertire il pronostico al Circolo Tennis Massa Lombarda nella seconda giornata di serie A1 maschile. Dopo la sconfitta d’esordio sui campi del Tennis Club Parioli Roma, la giovanissima formazione romagnola - alla quinta avventura consecutiva nel massimo campionato – ha ceduto per 4-2 al Park Tennis Club Genova nell’unico confronto casalingo proposto dal calendario del girone 2.

I ragazzi capitanati da Michele Montalbini hanno tenuto testa a una delle corazzate del campionato, che ambisce a riappuntarsi sul petto lo scudetto vinto nel 2016. In un caldo pomeriggio estivo i primi due incontri sono stati davvero di alto spessore tecnico e ricchi di emozioni. Il cesenaticense Francesco Forti, che spegnerà 21 candeline il 26 luglio, ha messo alle corde il talento emergente Lorenzo Musetti, 18enne di Carrara trionfatore agli Australian Open junior 2019, che ha saputo imporsi in rimonta per 3-6 7-5 10/7 recuperando un break di svantaggio nel secondo set. In contemporanea Luciano Darderi (2002), altro talento seguito dalla Federazione (a Massa Lombarda era presente anche Giancarlo Palumbo, responsabile organizzativo del Centro Tecnico di Tirrenia e del Settore Under 18), ha confermato quanto di buono mostrato ai recenti Campionati Italiani Assoluti a Todi e al successivo torneo di Perugia imponendosi per 76(4) 26 10-3 sul davisman azzurro Simone Bolelli. Il riacutizzarsi dell’infortunio al polso sinistro ha costretto Julian Ocleppo al ritiro contro Alessandro Giannessi, mentre Lorenzo Rottoli ha riscattato il passo falso al debutto con un bel “positivo” ai danni di Luigi Sorrentino (2.2), superato per 63 76(5), per il punto del 2-2. Sono stati i doppi a far pendere la bilancia dalla parte dei liguri, con le affermazioni di Bolelli/Giannessi su Forti/Darderi e di Musetti/Sorrentino su De Bernardis/Rottoli.

CTD MASSA LOMBARDA – PARK TENNIS CLUB GENOVA 2-4
Alessandro Giannessi (G) b. Julian Ocleppo (M) per ritiro
Lorenzo Musetti (G) b. Francesco Forti (M) 36 75 10-7
Luciano Taddeo Darderi (M) b. Simone Bolelli (G) 76(4) 26 10-3
Lorenzo Rottoli (M) b. Luigi Sorrentino 63 76(5)
Simone Bolelli/Alessandro Giannessi (G) b. Francesco Forti/ Luciano Taddeo Darderi (M) 62 61
Lorenzo Musetti/Luigi Sorrentino (G) b. Alessio De Bernardis/Lorenzo Rottoli (M) 62 64

Un successo che proietta il Park al comando solidario del girone a punteggio pieno, ipotecando il passaggio alle semifinali, mentre la squadra romagnola chiude la classifica. “Sapevamo di essere stati inseriti in un girone di ferro e il campo lo sta dimostrando – il commento del presidente Fulvio Campomori – però devo riconoscere che i ragazzi hanno lottato come dei leoni contro un avversario sulla carta a noi molto superiore. Darderi ha entusiasmato con la sua carica agonistica e mi è piaciuto anche l’atteggiamento di Rottoli, peccato per la sconfitta di misura di Forti con Musetti dopo una prestazione veramente convincente, fosse finita in maniera diversa poteva far girare tutto il confronto. Comunque, se a Roma la tensione dell’esordio aveva un po’ condizionato i nostri giovani, contro Genova ho rivisto quello spirito di gruppo che ci ha sempre caratterizzato in questa avventura. Solo così potremo tentare di raggiungere la salvezza, impresa durissima a maggior ragione con il format di quest’anno del campionato”.

Domenica 19 luglio il team targato Oremplast - la famiglia Pagani è da tempo partner del club di via Fornace di Sopra in un progetto sportivo legato al territorio che ha pochi eguali nel panorama nazionale – chiuderà la fase a girone con la trasferta siciliana al Circolo Tennis e Vela Messina, grande rivelazione dell’ultimo campionato sino a sfiorare il titolo, cedendo al doppio di spareggio al Selva Alta Vigevano: accanto alla punta di diamante Salvatore Caruso (n.100 Atp) figurano in organico lo spagnolo Bernabè Zapata Miralles, l’olandese Botic van de Zandschulp e l’argentino Marco Trungelliti, poi l’esperto Gianluca Naso (2.2), i giovani fratelli Fausto e Giorgio Tabacco (2.3 e 2.4), Domenico Cutuli (2.3) e Gabriele Bombara (2.4).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La formula della competizione prevede che la prima di ciascun gruppo acceda ai play-off scudetto (semifinali andata e ritorno il 26 luglio e 2 agosto, poi finale il 12 e 13 agosto a Todi), la seconda si assicura la permanenza in categoria, mentre terze e quarte disputano i play-out per la salvezza (anche in questo caso 26 luglio e 2 agosto).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova stretta in vista: a rischio chiusura ristoranti, parrucchieri e palestre

  • Il premio 'Cucina dell'anno' a una locanda romagnola: "Siamo orgogliosi"

  • Verso un nuovo decreto: coprifuoco, scuola al pomeriggio e restrizioni per i locali

  • Coronavirus, il nuovo dpcm: piscina e palestre sotto esame. Dalle 21 possibili coprifuoco

  • Il Coronavirus torna nelle case di riposo: positivi 14 anziani e 3 oss

  • Folle inseguimento sulle auto rubate nella notte: finisce con un incidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento