Lunedì, 14 Giugno 2021
Sport

Tiro a segno, tante medaglie per i 'cecchini' ravennati

Una pioggia di medaglie per gli atleti ravennati nelle gare di Target Sprint disputate nel Bolzanino

Il 28 e 29 maggio a Ora (Bolzano), nel nuovissimo impianto sportivo dell’Arena Auer -Ora, si sono disputati contemporaneamente l’lSSF International World Tour e la seconda prova di qualificazione ai Campionati Italiani di Target Spring. Ancora una volta, si è registrata una grande dimostrazione di forza della squadra di Target Sprint del Tiro a Segno di Ravenna, che vanta tra l’altro quattro atleti nella squadra della Nazionale.

Per quanto riguarda l’International World Tour, nella categoria junior maschile Giovanni Pezzi, con una superba prestazione, è salito sul gradino più alto davanti al compagno di squadra Mirco Melandri, ottimo secondo; mentre Chiara Piazza si è aggiudicata l’argento nell’Individual Junior Woman. Infine, nel Single Mixed team nulla hanno potuto gli avversari contro ITA1 composta proprio dai fortissimi Giovanni Pezzi e Chiara Piazza che, staccando nettamente Germany 3 e 2 nelle tre prove in programma, hanno potuto mettersi al collo un meritatissimo oro, mai impensieriti dagli avversari.

Nella seconda giornata si sono infine disputate le gare di qualificazione al Campionato Italiano e tutti e nove gli atleti di Ravenna sono saliti sul podio. Matteo Masotti ha centrato l’oro tra gli Allievi; tra i Ragazzi argento per Giorgio Berlese, al suo esordio nelle competizioni, e bronzo per Matteo Filippi. Nella categoria Donne Silvia Antonicelli, bissando il successo del mese scorso a Treviso, ha tagliato per prima il traguardo. Oro anche per Elisa Chiarucci nel Master Donne e bronzo per Paolo Romanini nel Master Uomini. L’ultimo match a chiusura dell’evento, la Mixed Team, ha visto ancora una volta l’imbattibile coppia Piazza-Pezzi appendersi l’oro al collo, regolando agevolmente la squadra di Treviso, seconda classificata.

Il Target Sprint è una disciplina sportiva consistente in tre serie di 400 m di corsa intervallate da due serie da cinque bersagli da abbattere con carabine ad aria compressa, coniugando quindi preparazione atletica e precisione di tiro. Praticata già da diversi anni nel mondo sotto l’egida della ISSF, dal 2016 è stata supportata anche in Italia dalla Federazione Italiana Tiro a Segno (UITS) e vede aumentare anno dopo anno i suoi praticanti, anche se la pandemia ne ha rallentato un po’ la diffusione. Quest’anno la finale del Campionato italiano verrà disputata proprio a Ravenna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiro a segno, tante medaglie per i 'cecchini' ravennati

RavennaToday è in caricamento