Sport Lugo

Torna la 24 ore di calcio non-stop sul nuovo campo a Lugo

Le partite hanno la durata di un’ora e si disputano tutte sul campo Enea Faccani nell’ambito di una vera e propria festa di sport e amicizia

Dopo due anni di sosta forzata, il primo dovuto ai lavori di rifacimento del campo di gioco e il secondo per le ben note limitazioni legate alla pandemia da Covid, torna da venerdì 30 luglio a Lugo la “24 ore di calcio nonstop” che raggiunge così la sua 16esima edizione, promossa ed organizzata ancora una volta dall’Asd Stuoie 1982 sotto egida della Uisp Ravenna-Lugo, in collaborazione con Gli Amici di Pablo e Stuoie Sport e Società, oltre al Patrocinio del Comune di Lugo. Calcio d’inizio alle ore 20.00 del venerdì e gare non stop fino alla giornata successiva, con una probabile pausa nelle ore più calde da recuperare in serata.

Una manifestazione che nel corso degli anni ha saputo ritagliarsi un ruolo di primo piano non solo nel calendario degli eventi sportivi lughesi, ma anche nell’ambito socio-assistenziale, guadagnandosi il riconoscimento da parte di tutti i settori della città come un appuntamento in grado di miscelare perfettamente tutti gli ingredienti della festa, rilanciando al contempo un forte messaggio di integrazione e di solidarietà. Il concetto della 24ore-nonstop è semplice e immediato: per partecipare è sufficiente formare una squadra, anche mista, darle un nome di fantasia e iscriverla concordando l’ora di gioco preferibile. Le partite hanno la durata di un’ora e si disputano tutte sul campo Enea Faccani nell’ambito di una vera e propria festa di sport e amicizia.

E in questa fase di lento, ma progressivo, ritorno alla normalità dopo i lunghi mesi di lockdown trascorsi a combattere il virus, la 24ore-nonstop riveste un ruolo ancor più importante come messaggio di ripartenza per tutta Lugo. Un gradito ritorno dunque, con una bella novità che, a distanza di tanti mesi, si può finalmente celebrare. L’edizione 2021 sarà infatti la prima sul nuovo campo di gioco in erba sintetica dell’Enea Faccani. L’occasione per ammirare l’impianto inaugurato ufficialmente nel novembre del 2019, frutto di un progetto fortemente voluto dall’Amministrazione comunale non solo per il quartiere Stuoie, ma per tutto il territorio del Comune di Lugo.

La prima edizione della 24ore-nonstop è stata giocata nel 2004 e nel corso delle prime 15 edizioni la manifestazione ha saputo rinnovarsi e rilanciarsi, proponendo tornei non solo di calcio, ma anche di volley e nel 2012 di subbuteo, arrivando nel complesso a raccogliere ben più di 114mila euro donati in favore di progetti di solidarietà. Anche quest’anno il ricavato della manifestazione sarà devoluto in iniziative di carattere solidale, ad iniziare dal finanziamento della stessa Scuola Calcio Stuoie 1982, storicamente basata sul volontariato, passando per l’Associazione “Padre Leo Commissari” di Sao Bernardo – San Paulo in Brasile.

“È stato un anno difficile e complicato – dice Antonio Amadei, presidente di Stuoie 1982 – durante il quale abbiamo vissuto isolamento e distacco. Per noi che ogni giorno ci impegniamo in un’attività di aggregazione e socialità, è stato davvero un anno drammatico. Siamo felici di poter riproporre una manifestazione che è una festa, un momento importante di svago e spensieratezza, una giornata ludica nella quale potremo finalmente vivere il ritorno alla normalità. Per far questo adotteremo naturalmente tutte le misure atte al rispetto degli attuali protocolli, ben consapevoli che non possiamo sottovalutare il Covid, ma allo stesso tempo forti della volontà di ripartire”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torna la 24 ore di calcio non-stop sul nuovo campo a Lugo

RavennaToday è in caricamento