menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tra Milano e Ravenna una battaglia di oltre due ore: la Consar piegata al tie-break

Grande spettacolo nell’impianto varesotto del PalaYamamay di Busto Arsizio

La Consar Ravenna viene piegata dalla Revivre Axopower Milano in cinque set dopo due ore e mezza di partita. Grande spettacolo nell’impianto varesotto del PalaYamamay di Busto Arsizio dove le due squadre non hanno lesinato colpi a ripetizione, a dispetto tuttavia di un arbitraggio caratterizzato dalle numerose indecisioni confusionarie che hanno rovinato quanto espresso dal gioco in campo (19-25, 25-22, 27-25, 23-25, 15-12 i parziali).

Milano si gode i due punti conquistati, trascinati da un sontuoso Matteo Piano che meritatamente si aggiudica il titolo di MVP del match. 16 punti totali (11 attacchi, 2 muri e 3 ace) con il 69% in attacco. Ma è stata ancora una volta la squadra ad emergere con Giani che ha utilizzato quasi tutta la rosa a disposizione per trovare il bandolo della matassa al cospetto di una Ravenna che si è presentata in Lombardia, dimostrando tutta la sua aggressività e compattezza. Primo set dominato dai bizantini, poi sono saliti in cattedra Nimir e Clevenot (ottima gara per entrambi con 21 e 17 punti), ma soprattutto ci ha pensato Nicola Pesaresi a dare serenità alla squadra, dominando la scena in seconda linea. Sono venute così fuori le qualità di una squadra che Giani ha saputo adattare alle situazioni contingenti del match e che, finalmente, trova il primo sorriso nel quarto tie break stagionale.

Primo set

Primo break per Ravenna che sfrutta un errore di Nimir ed un muro vincente su Maar per il 2-4. Doppio muro per Sbertoli per il 5-6, ma Saitta gioca bene con i centrali e tiene il break di distanza su Milano, che diventa +3 sul block out di Poglajen (9-12). Clevenot piazza il muro del 12-14, ma Ravenna allunga sul 12-17, sfruttando l’insaccata di Kozamernik in primo tempo, con Giani a spendere il suo secondo time out. Sul 16-20 Giani gioca il doppio cambio Hirsh-Izzo per Sbertoli-Nimir, ma è l’ace di Piano che porta i padroni di casa sul 18-21. Rychlicki riporta sul +4 i suoi (18-23), con l’ace di Verhees che chiude il parziale 19-25.

Secondo set

Giani propone Basic per Maar, ma è ancora Ravenna a provare la fuga. Il muro di Kozamernik permette a Milano di impattare sul 5-5, con l’ace dello stesso sloveno a portare la Revivre Axopower sul 9-8. Le due squadre giocano punto a punto, ma è sul muro vincente di Poglajen su Nimir che Ravenna rimette il muso davanti (15-16). L’ace di Piano sul 21-19 consegna a Milano un break di vantaggio con Graziosi a richiamare i suoi per il time out. Pareggio immediato degli ospiti sul 21-21, ma è Nimir a piazzare il break decisivo per il 24-22, con lo stesso olandese a chiudere a muro per il 25-22.

Terzo set

Nimir porta Milano sul 5-2 con una grande parallela e un millimetrico ace. Ravenna impatta sul 5-5 sfruttando il turno a servizio di Russo, ma prima Clevenot e poi il muro di Kozamernik e Sbertoli portano la Revivre Axopower sul 9-6. Nuovo pareggio della Consar che trova il 9-9, con Giani a lanciare nella mischia Bossi per Kozamernik, ma sono ancora gli ospiti a non mollare e a portarsi sull’11-13. Pareggio della Powervolley sul 16-16 dopo l’ennesima prestazione incolore dei direttori di gara, con Clevenot a rispondere a Rychlicki. Nimir a muro per il 19-18. Basic non molla la presa con la diagonale del 22-22, ma lo stesso francese attacca out, consegnando a Ravenna due set ball. Il ravennate Rychlicki attacca la parallela out, poi Nimir trova il punto del 25-24, con l’ace di Piano a porre la parola fine per il 27-25.

Quarto set

Kozamernik sigla l’ace del 2-0, ma il muro subito da Basic porta il punteggio sul 3-3. Rychlicki prova a spaccare il set con due ace consecutivi, cui segue il muro subito da Nimir per l’8-11 che costringe Giani a chiamare time out. Clevenot è l’ultimo ad arrendersi, ma Ravenna si porta sul +4 (11-15). Lo smash di Nimir porta il punteggio sul 14-17, ma gli ospiti mantengono il +4 di vantaggio con il primo tempo di Verhees 16-20). Servizio vincente, con aiuto del nastro, per Nimir ed attacco out degli ospiti portano Milano a -1 (19-20), ma è l’opposto lussemburghese a tenere a distanza la Revivre Axopower (22-23).

Quinto set

Sprint Ravenna con Giani a chiamare time out sull’1-3. Cartellino verde per Sbertoli sul 3-5 che ammette il tocco a muro, con Maar a stampare il muro del 4-5 che esalta il pubblico presente. Ancora un muro, questa volta con Hirsch, a determinare il 5 pari, ma è Bossi a piazzare lo smash del 7-6. Ravenna piazza il break per portarsi sul 7-8 al cambio campo, ma Milano non si arrende e si porta sull’11-9. Clamorosa indecisione arbitrale sul possibile 12-9 con Rychlicki a pareggiare di nuovo i conti sull’11-11. Maar a stampare il muro del 13-11, ma è il mani out di Piano a chiudere 15-12 il match.

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Occhi al cielo per ammirare la Superluna "rosa" di aprile

Cronaca

A Lido di Dante spuntano i nuovi "murales" dedicati al Sommo Poeta

Sicurezza

Una casa pulita in maniera green con il vapore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento