Martedì, 18 Maggio 2021
Sport

Un altro piccolo passo avanti nella storia del sitting volley ravennate

Nel corso della tappa ravennate della “Coppa Interregionale Rotary Crer” svoltesi alla palestra della scuola Montanari, la squadra del “Piano Terra” di Porto Robur Costa, costituita da appena 2 mesi, ha vinto il suo primo set in partite ufficiali

Domenica scorsa si è compiuto un altro piccolo passo avanti nella storia del sitting volley ravennate: nel corso delle partite della tappa ravennate della “Coppa Interregionale Rotary Crer” svoltesi alla palestra della scuola Montanari, la squadra del “Piano Terra” di Porto Robur Costa, costituita da appena 2 mesi, ha vinto il suo primo set in partite ufficiali, superando il Futursittingvolley Rovigo in apertura di gara (poi finita 2-1 per i veneti). Coach Stefano Margutti ha dimostrato di essere un campione non solo per i risultati conseguiti vincendo con il Messaggero di Kiraly e Timmons e con la nazionale azzurra in campo internazionale, ma anche per la sensibilità e l’amore per la pallavolo, declinata in tutte le salse.

Per la cronaca i risultati delle partite sono stati: Dream Volley Pisa-Ellepi Clai Bologna Imola 2-0, Futursittingvolley Rovigo-Pianoterra Ravenna 2-1, Punta allo zero Parma-Ellepi Clai Bologna Imola 2-0, in seguito le squadre hanno disputato alcune amichevoli a squadre miste, nel perfetto stile della pallavolo per tutti. Al termine delle 3 tappe di qualificazione la classifica finale della Coppa Interregionale Rotary Crer è stata: 1) Pisa 13, 2) Cesena 12, 3) Parma 10, 4) Rovigo 6, Bologna-Imola 3, Ravenna 1. La Coppa verrà assegnata dopo le finali in programma a Castel S.Pietro Terme il pomeriggio di domenica 27 maggio.

IL LUTTO - Il mondo del volley ravennate ricorda Giancarlo Bondi, protagonista della scena pallavolistica ravennate e nazionale negli anni ’60 e 70, scomparsa all'età di 72 anni. Cresciuto nel vivaio della Robur Ravenna, nella seconda generazione che formò anche Mario Mattioli e Meldolesi e che conquistò lo scudetto juniores 1964, Bondi giocò poi a Firenze alla Ruini (con cui vinse lo scudetto assoluto nel 1973), ad Ancona e nei Vigili del Fuoco Casadio quando rientrò a Ravenna; 31 le sue presenze in nazionale A. Onore e merito quindi a questo uomo ed atleta che tanto ha dato alla pallavolo ravennate.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un altro piccolo passo avanti nella storia del sitting volley ravennate

RavennaToday è in caricamento