Sport

Una rovesciata di Mokulu salva il Ravenna: pari contro il Legnago

Inizio di partita equilibrato, ma senza alcun tiro in porta. Alla prima conclusione il Legnano passa in vantaggio con Bulevardi ben servito da Gasperi

Foto di Massimo Argnani

Il Ravenna dopo due ko consecutivi torna a muovere la classifica, pareggiando contro il Legnago. La solita amnesia difensiva costa il vantaggio ospite, ma la rovesciata di Mokulu rimette tutto in parità. Inizio di partita equilibrato, ma senza alcun tiro in porta. Alla prima conclusione il Legnago passa in vantaggio con Bulevardi ben servito da Gasperi. Il Ravenna soffre, ma gli ospiti non affondano. La prima conclusione di inizia ripresa è del Legnano con Ricciardi, ma la palla finisce alta sopra la traversa. Al 18' i padroni di casa trovano il pareggio con una rovesciata di Mokulu. Al 27' ospiti in dieci per doppia ammonizione di Bulevardi. I padroni di casa prendono coraggio, ma il Legnano in inferiorità numerica non non rinuncia ad attaccare. Nel finale Ravenna vicino al vantaggio con un tiro a giro di Sereni, con Pizzignacco a deviare in angolo. Non succede più nulla, un punto che può fare morale.

Ravenna che prende subito il pallino del gioco, ma anche in questa gara Colucci è costretto ad un cambio nei primi minuti di gioco, problema muscolare per Franchini che è costretto a lasciare il campo all’ultimo arrivato Rocchi. Il Ravenna spinge ed al minuto 11 si rende pericoloso con uno schema su punizione, sponda di Marchi per Sereni che non arriva per un soffio a deviare in porta. Al 23’ la doccia fredda: contropiede del Legnago, Gasperi allarga per Bulevardi che liberissimo fulmina Tonti. L’autore dell’assist Gasperi alla mezz’ora è costretto ad uscire per infortunio al suo posto Antonelli. Il Ravenna ci riprova al 32’ Rocchi, buon ingresso in campo per lui, cerca in area Ferretti, la girata è debole e viene controllata da Pizzignacco. Nulla da registrare fino al duplice fischio di un primo tempo che ha regalato poche emozioni.

Legnago che riparte pressando alto e Ravenna che fatica a trovare combinazioni che riescano ad impensierire la retroguardia degli ospiti. Il lampo di genio viene a Mokulu che addomestica un pallone sulla linea di fondo e si inventa una rovesciata che sorprende Pizzignacco e vale il gol del pareggio. 11 rete stagionale per l’ariete belga. Il gol rinfranca il Ravenna che non stava brillando ed ora prova con l’orgoglio a spingersi per trovare il raddoppio. Su un incursione di Sereni, Bulevardi rimedia il secondo giallo e lascia i suoi in inferiorità numerica. Giallorossi che ora ci credono, ma non riescono ad essere incisivi. Al 34' di nuovo Mokulu prova ad incornare ma senza inquadrare la porta.

Gli ospiti di difendono compatti e ripartono ogni volta che possono, l’ingresso di Martignago trasforma il modulo in un 4-2-4 molto offensivo e dai piedi del 20 allo scadere arriva una bella palla per Sereni che però arriva con un attimo di ritardo e non trova il giusto impatto. Impatto molto più preciso per Sereni allo scadere, quando tira fuori dal cilindro quello che ormai è il suo marchio di fabbrica, rientro e tiro a giro sul secondo palo, questa volta il portiere veneto è attento e chiude la saracinesca e con essa le speranze di vittoria per i giallorossi. Un pareggio che ai punti sta un po’ stretto, e che non da slancio alla classifica giallorossa, che rimane nella scomoda posizione di meno 7 dalla salvezza diretta. Mercoledì sera a Pesaro altro snodo fondamentale contro la Vis reduce dalla vittoria contro li Modena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una rovesciata di Mokulu salva il Ravenna: pari contro il Legnago

RavennaToday è in caricamento