Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

Undici anni dopo Sebastian Vettel la Toro Rosso torna sul podio con il neo papà Kvyat: "Risultato fantastico"

Il pilota russo ha festeggiato il ritorno sul podio della scuderia faentina di Formula Uno, nata nel 2006 sulle orme della Minardi. Per Kvyat quello di Hockenheim è stato un fine settimana a dir poco speciale

Un fine settimana speciale per la Toro Rosso e Daniil Kvyat. Il pilota russo ha festeggiato il ritorno sul podio della scuderia faentina di Formula Uno, nata nel 2006 sulle orme della Minardi. Per Kvyat quello di Hockenheim è stato un fine settimana a dir poco speciale: non solo il terzo posto alle spalle di Max Verstappen (Red Bull) e Sebastian Vettel (Ferrari), al termine di una gara a dir poco rocambolesca complice condizioni atmosferiche variabili, ma perchè sabato è diventato papà.

"È incredibile tornare sul podio in quella che potremmo definire una ‘seconda carriera’ - esclama Kvyat -. Pensavo non sarebbe mai più successo nella mia vita, quindi sono ancora più felice. Sto provando così tanta emozione che devo ancora metabolizzare tutto". "Questo - aggiunge -.  è un risultato fantastico per noi, sono passati 11 anni dall’ultimo podio della Toro Rosso con Sebastian a Monza. È stata una giornata meravigliosa, sono felicissimo. Grazie a tutta la squadra, è stata una giornata semplicemente incredibile. Ero più pronto che mai a combattere per queste posizioni".

Dopo l'esperienza in Ferrari lo scorso anno, il pilota russo si è presentato, come lui stesso ha confessato, "più maturo, lucido e pronto a combattere all’apice". "Penso di averlo dimostrato anche questa domenica a me stesso, così come agli altri - evidenzia -. Spero che questa possa presto diventare un’abitudine. Questo genere di gare non è facile, la prima chiamata anticipata ai box è stata difficile da fare, ma è stata una scelta condivisa con la squadra: si vince o si perde insieme. Abbiamo vinto insieme".

La Toro Rosso ha festeggiato anche il sesto posto di Alexander Albon: "È stata una bella gara - ammette -. All’inizio ero un po’ intimorito nel capire come si sarebbe comportata la macchina sul bagnato su questa pista. Sono contento anche per come mi sono comportato io, perché questa è stata la mia prima volta al volante di una F1 in condizioni simili. Il ritmo è stato davvero buono, siamo stati un po’ fortunati e abbiamo avuto un tempismo perfetto nel fare il nostro primo pit-stop, ero davvero entusiasta di essere in quarta posizione. Sfortunatamente, al secondo pit-stop siamo stati colti alla sprovvista e abbiamo fatto un giro in più rispetto a Dany per passare dalle gomme da bagnato a quelle da asciutto, quindi quattro vetture ci hanno superato. È buffo, è come se la sesta fosse un risultato deludente. Il team ha fatto un lavoro straordinario, la strategia è stata eccezionale e siamo riusciti a riscattarci dopo una qualifica difficile".

Si congratula con la scuderia faentina anche il deputato forlivese Marco Di Maio: "E' proprio un risultato incredibile quello raggiunto dalla Toro Rosso. Orgogliosi per la scuderia romagnola di Faenza che porta a casa un terzo e sesto posto ad Hockenheim, uno dei circuiti più difficili del mondiale di F1. Grazie per questa soddisfazione".

Foto Scuderia Toro Rosso

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Undici anni dopo Sebastian Vettel la Toro Rosso torna sul podio con il neo papà Kvyat: "Risultato fantastico"

RavennaToday è in caricamento