Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Sport

L’OraSì con grinta manda in delirio i tifosi: espugnata Forlì

Sugli scudi i due americani Marks (19 punti di cui 11 nel quarto decisivo e 5 recuperi) e Smith (doppia doppia da 17 e 11), unici giocatori in doppia cifra

È un’OraSì non bella ma che entusiasma gli oltre 500 tifosi giunti a Forlì per il derby per la grinta e l’applicazione difensiva quella che batte 62-70 l’Unieuro. I padroni di casa riescono a imbrigliare i giallorossi per tre quarti di partita, ma un grande quarto periodo permette ai ragazzi di Coach Antimo Martino di portare a casa la partita. Sugli scudi i due americani Marks (19 punti di cui 11 nel quarto decisivo e 5 recuperi) e Smith (doppia doppia da 17 e 11), unici giocatori in doppia cifra. A Forlì non basta l’ottima partita in difensiva, il dato dei rimbalzi (36 a 23) e il parziale di 9 a 19 giallorosso per aprire il quarto quarto condanna i padroni di casa e manda in delirio i tifosi ravennati.

LA PARTITA

Ravenna parte bene guadagnando il 2-8, ma il primo quarto è controllato dalle difese e Forlì trova il sorpasso sul 12-10, chiudendo 14-11 grazie alle ben 6 palle perse giallorosse. Il secondo periodo si apre all’insegna dell’equilibrio, con Chiumenti che firma il sorpasso 18-19. L’OraSì riesce ad accelerare i ritmi e grazie a un parziale di 4-12 caratterizzato dalle prime triple della partita di Tambone e Crusca, allunga sul 22-31, prima che due canestri di Bonacini fissino il punteggio del primo tempo sul 26-33.

Unieuro Forlì-OraSì Ravenna (foto Frasca)

Forlì rientra bene in campo nella ripresa e grazie a 6 punti consecutivi di Vico trova il sorpasso sul 35-34 (9-1 di parziale), ma i ragazzi di Coach Antimo Martino reagiscono e con la tripla di Raschi tornano sopra sul 39-44. A questo punto però i padroni di casa sfruttano un tecnico fischiato proprio al Capitano giallorosso per segnare il parziale di 10-0, concluso da due triple di Ferri per il 49-44 con cui il terzo quarto termina. Il palazzetto si scalda, ma la tripla di Marks in apertura di quarto periodo spegne subito gli entusiasmi biancorossi. Smith pareggia il match a quota 49 e il parziale che decide la partita è allungato da un canestro e fallo ancora di Marks, dalla bomba di Sabatini e da un bel canestro in alley-oop del centro americano servito da Masciadri per il 51-57. L’OraSì non molla più un colpo, Marks ruba andando a schiacciare e Ravenna prende il controllo del match allungando fino al 58-68 (9-19 il parziale), contenendo poi bene il rientro avversario per il 62-70 finale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’OraSì con grinta manda in delirio i tifosi: espugnata Forlì

RavennaToday è in caricamento