rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

Volley, Consar da urlo: abbattuto dopo oltre 4 anni il tabù Modena

Quattro anni e tre mesi dopo l’ultimo successo (il 26 dicembre 2016), Ravenna batte la squadra emiliana al PalaPanini e inizia nel migliore dei modi il playoff per la Challenge Cup

Grande inizio di playoff per la Challenge Cup della Consar Ravenna. Nella giornata d’esordio del girone, la squadra di Ravenna abbatte finalmente il tabù Modena, imponendosi per 3-2 al PalaPanini (primo tie-break stagionale vinto) conquistando i primi due punti. Era dal 26 dicembre 2016 che Ravenna non batteva Modena e addirittura dal 5 novembre 1999 che una partita tra le due squadre non andava al tie-break in terra emiliana. E’ Recine, mvp del match con 26 punti, record stagionale (a Milano alla quinta di andata ne aveva firmati 25), a sublimare una prova corale di tutta la squadra, apparsa fin dal primo pallone lucida, convinta, determinata e capace di reagire dopo essersi trovata sotto 2-1 in coda ad un terzo set giocato con meno vigore.

"Devo fare i complimenti ai ragazzi perché hanno disputato una gran partita, e sono stati bravi dal quarto set in avanti a riprendere a giocare con lo stesso piglio dei primi due set - esclama coach Marco Bonitta -. Ci fa piacere avere vinto qui a Modena: sono momenti e situazioni molto diverse dall’ultima volta che avevamo battuto Modena ma sono contento per i ragazzi perchè hanno lavorato veramente molto forte in questo periodo e si è visto. Eravamo convinti e fiduciosi delle nostre possibilità”.

La cronaca della partita

La Consar Ravenna torna in campo dopo un mese di stop con la diagonale Redwitz-Stefani, Mengozzi e Grozdanov al centro, Zonca-Recine in attacco e Kovacic libero. La Leo Shoes si oppone con la diagonale Christenson-Vettori, i centrali Bossi-Sanguinetti, gli schiacciatori Rinaldi e Lavia e il libero Grebennikov. Parte decisamente forte la Consar. Con Zonca in battuta, e con due punti a testa di Recine e Mengozzi arriva subito un break di 5-0, un vantaggio che la Consar ha il merito di conservare con questa ampiezza fino al 13-18 e poi di gestire, tenendo a bada il tentativo di rimonta della Leo Shoes che si porta fino al -1 (20-21) con un ace di Sanguinetti. A conquistare i punti che valgono il primo set sono Grozdanove e Recine, che mette così il sigillo a un parziale sontuoso con 10 punti, con un muro, e un 75% in attacco.

L’equilibrio iniziale del secondo set è spezzato da un minibreak dei padroni di casa che si portano sul 5-3 e poi sul 9-5 con un ace di Vettori. Fatica la Consar, in questo frangente, a trovare spazi per la sua azione e Modena può allungare con due attacchi consecutivi di Rinaldi (17-11). La squadra di Bonitta non vuole arrendersi e prima confeziona un break di 4-1 con cui accorcia le distanze (18-15) e poi arriva al -1 (22-21) sfruttando un errore avversario in attacco, e aprendo un finale punto a punto che si risolve a favore di Modena con un errore di Ravenna al servizio. Avvio equilibrato anche nel terzo set, poi la Leo Shoes allunga con due punti consecutivi di Rinaldi (8-5). Un attacco di Lavia manda Modena sul 10-7. Ravenna fatica in questo frangente e la Leo Shoes prende pieno possesso del parziale, accelera con Rinaldi e Buchegger  (20-12) e chiude con Lavia e un errore ospite.

Parte bene la Consar nel quarto set, portandosi sul 2-5 sull’asse Recine-Stefani. Un ace di Christenson e un muro di Bossi permettono alla Leo Shoes di ritrovare la parità a quota 11. La reazione della Consar è nell’ace di Redwitz che spinge i suoi al +2 (12-14), Modena riacciuffa la parità a quota 15 e apre una fase di continui cambi palla fino al 20 pari: qui arriva l’accelerazione della Consar propiziata da Recine, Stefani e Batak con un ace, che con un parziale di 5-0 chiude il set. Tie-break sul filo dell’equilibrio, con Modena che prende un minimo vantaggio (5-3 e 8-5) ma la Consar è brava a reagire e a rifarsi sotto (9-8) con due punti di fila di Koppers. La Leo Shoes riparte con un ace di Porro (11-8) ma ancora Mengozzi e compagni riducono il distacco (11-10) e con Mengozzi a muro firmano la parità a quota 13. Palpitante punto a punto finale, risolto al terzo match ball dalla Consar da un attacco di Arasomwan e da un ace di Redwitz

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, Consar da urlo: abbattuto dopo oltre 4 anni il tabù Modena

RavennaToday è in caricamento