rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Sport

Volley, Coppa Italia: la Bunge cede al tie break contro Monza

La Bunge dimostra un’altra volta di essere in forma e di poter dare filo da torcere a qualsiasi avversario.

La Bunge lotta fino alla fine per cinque set a Monza, ma alla fine sono i padroni di casa del Gi Group a qualificarsi per i quarti di finale di Coppa Italia, dove sfideranno Trento. Sotto 1-0 e 2-1, i ravennati riescono a raggiungere per due volte i brianzoli, per poi cedere solo al tiebreak in volata (15-13) al termine di una gara durata più di due ore. Lyneel e compagni mostrano il loro grande carattere in particolare nella quarta, aggiudicandosela al sesto set point, e nella quinta frazione, annullando per tre palle del match agli avversari. Non bastano i 26 punti di Torres e i quattro muri di Spirito per spuntarla in terra lombarda, ma la Bunge dimostra un’altra volta di essere in forma e di poter dare filo da torcere a qualsiasi avversario.

Sestetti titolari - I padroni di casa scendono in campo con Jovovic al palleggio, Hirsch opposto, Beretta e Verhees al centro, Fromm e il capitano Botto di banda (Rizzo libero). Il coach Soli presenta la stessa Bunge di domenica scorsa, con la diagonale formata da Spirito e Torres, gli schiacciatori Van Garderen e Lyneel, i centrali Bossi e Ricci e Goi in seconda linea.

Primo set - Si parte subito con due muri di Jovovic per il 3-1 dei padroni di casa, con Soli che chiama time out. Spirito e Lyneel colmano il gap con due punti di fila (6-6), ma l’errore del francese e un lungo scambio deciso da Fromm spedisce a -3 i ravennati: 9-6. Un ace di Fromm e un muro di Jovovic incrementano il vantaggio del Gi Group (12-7), con Soli che ferma ancora il match, ma Beretta blocca Van Garderen per il 14-8, con il tecnico giallorosso che sostituisce l’olandese con Grozdanov. Un errore di Torres causa il 15-8, poi Lyneel riduce il divario con una battuta vincente (15-10), ma Fromm con una schiacciata (19-13) e un ace (22-15) trascina i suoi, che si aggiudicano il set grazie a un diagonale sballato di Van Garderen: 25-18.

Secondo set - Con un servizio vincente di Hirsch il Gi Group allunga sul 3-1, ma Van Garderen ripaga i brianzoli con la stessa moneta: 4-4. Lyneel e Spirito firmano a muro il sorpasso (5-7) e Ricci incrementa il vantaggio, portandolo a +4: 6-10. Beretta respinge l’attacco di Torres e Botto trova due ace di fila per il pareggio: 10-10. Il portoricano blocca il break (10-11) e le schiacciate out di Verhees e Fromm rilanciano Ravenna: 11-14 e time out Falasca. Bossi incrementa per l’11-15 e Torres dalla linea di battuta ‘cecchina’ Fromm, mentre Bossi mette a terra la palla del 12-18. Fromm colpisce con un ace (14-18), Torres e un’invasione ristabiliscono le distanze per il 15-21 e Ricci porta a +7 a muro: 16-23. Ci pensa alla fine Lyneel con un ace a pareggiare il conto dei set: 17-25.

Terzo set - I padroni di casa scattano sul 5-2 e poi amministrano il vantaggio, portandolo a +4 (13-9) e conservandolo con Fromm: 18-14. Bossi con un muro ridà fiato alla Bunge (19-17), con Falasca che chiama i suoi in panchina. Due punti di fila di Van Garderen (il secondo a muro) avvicinano di una sola lunghezza Ravenna (20-19), che però sbaglia con Torres e Goi (infrazione al palleggio): 22-19 e time out Soli. Fromm non fallisce la palla break (23-19), Beretta firma il 24-20, ma Lyneel e Spirito a muro annullano i primi due set ball (24-22). Falasca ferma il match e sul terzo Fromm chiude con un pallonetto: 25-22.

Quarto set - Fromm e Hirsch a muro piazzano il primo break della frazione (6-4), Torres acchiappa Monza a quota 7. Verhees approfitta della ricezione lunga di Lyneel (9-7) e Beretta ferma Torres per l’11-8, entra Kaminski (per Bossi) che dà la carica giusta (14-13) e Torres rimette in equilibrio il punteggio: 15-15 e time out Falasca. Il portoricano firma il sorpasso (16-17) e nella rigiocata successiva trova il tocco del muro per il 16-18. Ricci stampa un altro muro e Falasca ferma ancora il match sul 16-19. Van Garderen mette a terra la palla del 19-22, Torres invece spara lungo e il Gi Group riduce a uno i punti di svantaggio: 21-22 e time out Soli. Dzavoronok mura Van Garderen e i padroni di casa compiono il sorpasso con un ace di Botto: 23-22. Botto sbaglia dalla linea di servizio e poi Spirito stampa un muro su Fromm: 23-24. Il videocheck ‘vede’ un’invasione giallorossa che annulla il primo set ball, poi i padroni di casa ne neutralizzano altri quattro (due in modo fortunoso): 28-28. Una ricezione sbagliata di Lyneel porta il punto più inatteso, beffando la difesa biancorossa, e infine Dzavonorok spara fuori per il 28-30: si va al tiebreak.

Tiebreak - Dzavoronok mura subito Torres per il 2-0 dei brianzoli. Botto sbaglia la battuta (2-1) e Torres tiene a stretto contatto i suoi: 3-2. Bossi ferma Botto a muro e Van Garderen pareggia il conto in battuta: 5-5. Altro break di Beretta a muro, imitato da Jovovic su Lyneel (8-5), poi il regista biancorosso e Dzavoronok scavano un solco ancora più importante: 10-6 e time out Soli. Botto chiude un lungo scambio (11-6), Torres e Ricci suonano la carica per l’11-8. Beretta dice 12-8, Torres 12-9, Botto 13-9, Beretta sbaglia il servizio per il 13-10 e Verhees non sbaglia la palla del 14-10. Van Garderen annulla i primi due match point, Falasca chiama i suoi in panchina: 14-12. Ace di Torres per il -1 (14-13) e altro time out per Monza. Il portoricano però sbaglia la battuta e alla quarta occasione il Gi Group vince la sfida: 15-13.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, Coppa Italia: la Bunge cede al tie break contro Monza

RavennaToday è in caricamento