rotate-mobile
Sport

Volley, impegno difficilissimo per la Bunge: trasferta a Trento

Sarà una Bunge in formato trasferta quella impegnata nei prossimi due turni di campionato, da disputare tra l’altro nel breve spazio di quattro giorni.

Sarà una Bunge in formato trasferta quella impegnata nei prossimi due turni di campionato, da disputare tra l’altro nel breve spazio di quattro giorni. Domenica i ravennati affrontano a Trento una delle corazzate della Superlega, la Diatec (fischio d’inizio alle ore 18, arbitri Fabrizio Saltalippi di Perugia e Umberto Zanussi di Treviso), nella gara valevole per la terza giornata di ritorno, mentre mercoledì si recheranno in terra laziale per sfidare la Biosì Indexa Sora. Continua infatti il periodo ricco di appuntamenti per Orduna e compagni, che tra campionato e Challenge Cup disputeranno cinque match in due settimane.

Fermata in casa dai tricolori della Lube, ma in precedenza capace di vincere sul difficile campo di Piacenza, la Bunge proverà a mantenere l’ottima posizione in classifica, in piena corsa per i playoff, contro una delle squadre più in palla del momento. “La Diatec di adesso non è più la formazione che abbiamo battuto all’andata – spiega il tecnico Fabio Soli – ma è sui livelli delle ‘big’ Civitanova, Perugia e Modena. Ha superato le difficoltà di inizio stagione, recuperando l’entusiasmo e soprattutto salendo in una posizione di classifica più consona al suo valore. Non dobbiamo cancellare la sconfitta con la Lube, che anzi deve essere da stimolo per farci capire quali possono essere i nostri obiettivi contro simili avversari. Al momento bisogna limitarsi a guardare un punto alla volta, senza pensare al risultato finale, con la disponibilità di tutti nel saper soffrire”.

I numeri mostrano una Diatec in grande condizione, che prima di tutto vince da otto turni di fila, nell’ultimo dei quali ha spazzato via in tre set Padova, salendo in quarta posizione. In casa i trentini sono inoltre in serie positiva da quattro partite e l’ultima sconfitta risale al 5 novembre, quando si sono inchinati a Verona, in quello che tra l’altro rappresenta l’unico ko ‘pieno’ interno di questa stagione. “Trento negli ultimi tempi sta mostrando tutta la qualità di una rosa molto ampia e completa in tutti i reparti, con la possibilità di cambiare la formazione titolare mantenendo un alto livello di rendimento. L’unico punto di riferimento fisso è il palleggiatore Giannelli, mentre in ogni ruolo ci sono delle alternative di valore. Più che guardare agli avversari, quindi, è meglio concentrarsi su di noi, pensando a giocare al meglio ogni singolo pallone. In un momento come questo, dove si passa più tempo a viaggiare che a lavorare in palestra – termina Soli – è necessario considerare le partite anche come una forma di allenamento, utile per crescere e trovare la condizione di forma migliore”.

Gli avversari Il mercato estivo ha cambiato il volto della Diatec di Angelo Lorenzetti per dieci tredicesimi, con il regista Giannelli e il martello Lanza che rappresentano gli elementi di continuità rispetto al passato, in una squadra che può contare sul libero De Pandis, ma anche sull’opposto della nazionale Vettori, che però negli ultimi tempi ha lasciato molto spazio all’estone Teppan. Nel reparto schiacciatori un Kovacevic non al meglio è stato finora ben sostituito dal canadese Hoag, mentre al centro il brasiliano Eder, lo sloveno Kozamernik e l’australiano Zingel si contendono i due posti in campo. L’organico è completato dall’altro libero Chiappa e dalla banda Cavuto. “In questo periodo della regular season stiamo giocando solo partite contro dirette concorrenti per l’accesso ai playoff – dichiara Daniele De Pandis – e quindi non possiamo permetterci di abbassare la guardia. Siamo contenti di aver ottenuto otto vittorie consecutive in campionato, fra cui le ultime due con Milano e Padova, ma la più importante è sempre la prossima. Lo è a maggior ragione quella contro Ravenna che già nel match d’andata ci aveva riservato una severa lezione. Vogliamo riscattarci e continuare a regalare soddisfazioni al nostro pubblico, sempre splendido nel suo incitamento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, impegno difficilissimo per la Bunge: trasferta a Trento

RavennaToday è in caricamento