Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Volley, la Bunge ancora tra le mura amiche: l'ostacolo si chiama Padova

Nella sesta giornata di Superlega la squadra di Soli affronta domenica al Pala De André (inizio ore 18, arbitri Frapiccini e Luciani, entrambi di Ancona) la Kioene Padova, formazione rinnovata e ringiovanita

Con l’incalzare tipico di un campionato che non lascia respiro, è già tempo per la Bunge di tornare a giocare davanti al proprio pubblico. Nella sesta giornata di Superlega la squadra di Soli affronta domenica al Pala De André (inizio ore 18, arbitri Frapiccini e Luciani, entrambi di Ancona) la Kioene Padova, formazione rinnovata e ringiovanita con l’obiettivo di sorprendere fin da subito. Si tratta della terza gara in dieci giorni sul taraflex di casa, dopo le belle vittorie su Trento e Sora, con i ravennati che oltretutto sono reduci  dal brillante successo a Busto Arsizio contro la Revivre, valso il consolidamento di una terza posizione da sogno. “Arriviamo da una vittoria molto preziosa conquistata nella trasferta contro Milano – inizia il tecnico Fabio Soli – e ci godiamo il momento, ma con i piedi ben saldi a terra. È meglio non guardare una classifica che potrebbe far venire le vertigini, pensando solo al quotidiano e alla partita contro Padova e concentrandoci a dare il massimo in ogni sfida, perché in questo modo possiamo costruire qualcosa di importante. Ci aspetta una battaglia contro un avversario che sta bene e che fa dell’intensità di gioco la sua arma vincente, sfruttando in particolare i suoi centimetri a muro e i fondamentali della battuta e dell’attacco”.

Passando agli avversari, per la sua quarta avventura di fila in Superlega la rosa della Kioene è variata per dieci tredicesimi, con i soli Balaso, Bassanello e Volpato (tutti e tre padovani doc) confermati. Rivoluzionata la diagonale palleggiatore/opposto, che si affida all’esperienza di Travica e alla freschezza di Nelli, l’organico guidato da Valerio Baldovin è completato dai centrali Polo (ex Cmc Romagna nel 2015/16) e Sperandio, dal baby regista Peslac, dalle bande Randazzo, Gozzo, Scanferla, Cirovic e Koprivica, questi ultimi due serbi come l’opposto “di scorta” Premovic. “Sarà necessario stare attenti a Nelli e Randazzo, ma anche a Polo, che si sta rivelando un centrale in crescita costante. Prevedo una gara dura ed equilibrata tra due formazioni che stanno attraversando un buon momento di forma. Noi dovremo scendere in campo sereni e consapevoli della nostra forza, cercando di mettere in pratica quello che facciamo in allenamento. Bisognerà saper soffrire, perché Padova non si batte con facilità – termina Soli – ma con pazienza e tanta difesa”.

A presentare il match sul fronte opposto ci pensa il regista della Kioene, Dragan Travica: “Tutti ci stiamo impegnando al massimo e questo entusiasmo si nota in partita. Purtroppo siamo ancora un cantiere aperto, perché io stesso ho iniziato ad allenarmi col gruppo da poco meno di due settimane e alcuni meccanismi di gioco sono ancora da affinare. Giocare ogni tre giorni non ci aiuta, ma questo vale anche per gli avversari. La battuta contro Sora ha fatto la differenza, ma se vogliamo diventare competitivi e alzare in modo ulteriore il nostro livello di gioco, dobbiamo ridurre al minimo gli errori anche negli altri fondamentali”.

BIGLIETTI Questi i prezzi dei biglietti della gara tra Bunge e Kioene: Tribuna Vip 20 euro (no ridotti); Distinti 15 euro (ridotto 12 euro); Gradinata 12 euro (ridotto 10 euro). Le riduzioni sono applicabili ai tesserati Ravenna Volley Supporters, ai nati fino al 2003 incluso (fino a sei anni ingresso gratuito senza posto assegnato), Over 65, accompagnatori di possessori di carta bianca. L’apertura della biglietteria è in programma alle ore 16.30, quella dei cancelli alle 17.

IL PROGRAMMA – Sesta giornata di andata (domenica 5 novembre, ore 18): Diatec Trentino-Calzedonia Verona (arbitri Venturi e Braico), Azimut Modena-Cucine Lube Civitanova (ore 18.15, Tanasi-Gnani), Wixo LPR Piacenza-Revivre Milano (Saltalippi-Santi), Gi Group Monza-BCC Castellana Grotte (Pozzato-Goitre), Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Taiwan Excellence Latina (Lot-Satanassi), Bunge Ravenna-Kioene Padova (Frapiccini-Luciani), Biosì Indexa Sora-Sir Safety Conad Perugia (Canessa-Cappello).

Classifica: Perugia e Modena 15 punti; Ravenna*10; Civitanova* 9; Latina, Padova e Trentino 7; Piacenza e Vibo Valentia 6; Milano 5; Verona* e Castellana Grotte* 4; Monza 3; Sora 1 (*una gara in meno).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, la Bunge ancora tra le mura amiche: l'ostacolo si chiama Padova

RavennaToday è in caricamento