Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Volley, la Bunge batte Santa Croce e vince il Memorial Lobietti

Si tratta di un buon test per la Bunge, che in attesa del recupero dell’infortunato Mazzone e dell’arrivo del cubano Gutierrez prosegue la sua preparazione al campionato tra allenamenti e amichevoli

Al PalaCosta la Bunge supera in tre set il Santa Crocee si aggiudica la sesta edizione del Memorial Lobietti, la manifestazione organizzata da Porto Robur Costae Involley Conselice dedicata all’allenatore ravennate scomparso nel 2011. Spinta dal trio formato da Marechal, Poglajen e Buchegger, tutti in doppia cifra, la squadra di Soli si aggiudica i primi due parziali in modo abbastanza agevole, mentre il terzo è il più equilibrato, con Orduna e compagni che la spuntano ai vantaggi. Si tratta di un buon test per la Bunge, che in attesa del recupero dell’infortunato Mazzone e dell’arrivo del cubano Gutierrez prosegue la sua preparazione al campionato tra allenamenti e amichevoli, la prossima martedì 26 a Civitanova contro i campioni d’Italia della Lube.

Il tecnico Soli schiera il sestetto iniziale con Orduna al palleggio, l’austriaco Buchegger opposto, il francese Marechal e l’argentino Poglajen schiacciatori, Vitelli e il bulgaro Georgiev al centro e Goi libero. La Kemas Lamipel disegnata dal coach Totire vede in regia Ciulli in diagonale con il brasiliano Wagner, le bande Hage e Zonca, i centrali Benaglia ed Elia, in seconda linea Taliani.

Nella prima frazione la Bunge scatta prima sul 4-1 con Vitelli e poi sull’8-4 a firma di Poglajen direttamente dalla linea di battuta. Il muro di Zonca avvicina di nuovo Santa Croce (12-11), ma i ravennati piazzano un break di 9-0 (altri due ace di Poglajen) fuggendo sul 21-13, per infine chiudere 25-15 grazie al servizio vincente di Marechal.

Il secondo periodo comincia nel segno della Kemas Lamipel (0-3 e 3-7), con la reazione della Bunge che passa dalle mani di Vitelli, che firma il sorpasso: 10-9. È un muro di Marechal a portare a tre le lunghezze di vantaggio (14-11) e, dopo una fase caratterizzata da cambi palla, ci pensa Vitelli ad aumentare il gap: 20-16. Una infrazione di Marechal dimezza il divario (22-20), poi l’ace di Vitelli (24-20) e la schiacciata del neoentrato Diamantini chiudono il set: 25-21.

Nel terzo parziale c’è Georgiev al centro con Diamantini e si viaggia con la Bunge avanti fino a quando un ace di Wagner non vale il break: 11-12. Due errori di fila di Hage riportano in vantaggio la squadra di Soli (14-12), che va sul +3 grazie al servizio vincente di Poglajen. Acquarone e Wagner firmano il contro-sorpasso (18-19), ma è immediata la risposta dalla linea dei nove metri di Buchegger: 20-19. Un’incomprensione tra Ciulli e Colli e regala il 24-22, ma Zonca pareggia il conto (24-24), poi è l’appoggio fuori dal campo di Ciulli a mettere la parola fine al match: 26-24.

“Muro del volley” - Si è svolta lunedì scorso una cena informale e conoscitiva, dedicata agli appartenenti al progetto del Porto Robur Costa chiamato “Muro del volley”. Con questo progetto si intende dare un riconoscimento a figure che da sempre hanno affiancato la società e, inoltre, far sì che si evidenzi e si amplifichi il senso di appartenenza a una realtà solida e radicata della nostra città. Il presidente del Porto Robur Costa Luca Casadio ha sottolineato come l’atmosfera amichevole abbia caratterizzato la serata e come fosse palpabile il desiderio di tutti di condividere un progetto che lega il passato al futuro della società. Il ringraziamento va agli oltre 25 partecipanti e al signor Franco Gardini, gestore del Ristorante Alchimia in via Magazzini Anteriori, che ha messo a disposizione il proprio locale per ospitare la bella serata.

Famiglia Lobietti-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, la Bunge batte Santa Croce e vince il Memorial Lobietti

RavennaToday è in caricamento