Volley, la Cmc chiude il campionato con un ko al tie-break

Sono nove gli incontri terminati al quinto set per gli uomini di Kantor (4 vinti e 5 persi). La gara contro la Revivre è terminata come all’andata, con una sconfitta 3-2

Ultima gara di Regular Season e ennesimo tie break per la CMC: sono nove gli incontri terminati al quinto set per gli uomini di Kantor (4 vinti e 5 persi). La gara contro la Revivre è terminata come all’andata, con una sconfitta 3-2, il punto preso ha però consentito ai romagnoli di raggiungere Monza (battuta a Verona 3-1) in classifica e superarla per quoziente set, terminando quindi noni. CMC troppo altalenante: avanti 1-2 non è riuscita a chiudere la gara prima della lotteria del tie break, da cui è uscita sconfitta, senza riuscire ad opporre troppa resistenza. Tra le note positive, la buona prova di Rafail Koumentakis (12 punti col 75% e 3 muri in tre set) e del solito Torres (27 punti col 63% e 3 ace). Prima della gara al Pala Borsani è stato osservato un minuto di silenzio in memoria del papà di Carlo Rasores, presidente di Powervolley Milano, scomparso in settimana. Amareggiato Koumentakis a fine gara: “E’ stata una partita strana, abbiamo iniziato male, poi siamo riusciti a rientrare vincendo due set e a portarci in vantaggio ma poi ci siamo un po’ persi. Nel quinto loro avevano più energie e hanno battuto meglio, meritando di vincere”.

1° set. La Revivre parte con Sbertoli in regia e Milushev sulla sua diagonale, Alletti e Georgiev centrali, Russomanno e Skrimov schiacciatori e Tosi libero. La CMC risponde con Cavanna e Torres palleggiatore-opposto, Mengozzi e Ricci centrali, Della Lunga e Van Garderen in banda con i soliti Bari e Goi in seconda linea. Il match inizia in equilibrio, con le due squadre che si studiano senza riuscire a trovare spunti vincenti. Qualche errore di troppo da parte dei romagnoli favorisce il primo allungo dei padroni di casa, che scappano 18-15 grazie a un errore in pipe di Van Garderen. Della Lunga accorcia (20-18) e il posto 4 olandese firma il -1 dopo una bella difesa dei romagnoli. Milushev rimette in moto i suoi (21-19), una invasione di Torres alimenta la fuga dei milanesi. Mengozzi in primo tempo tiene vivi i suoi, ma Russomanno mette a terra la palla del 24-21. I romagnoli sono vivi, Polo entra per il servizio e Torres concretizza un altro punto (24-23), ma Alletti chiude il set con il minimo scarto grazie a un buon primo tempo.

2° set. Stessi effettivi da ambo le parti. Le due formazioni viaggiano a braccetto, ma il cambio palla di Milano è più fluido, e Kantor butta nella mischia Perini per Cavanna cercando di dare nuova linfa ai suoi. Milushev indovina un buon turno al sevizio e fa il primo break del set, portando i suoi a +3 (11-8), la panchina romagnola inserisce Koumentakis per Della Lunga, ma ci pensa Torres a ricucire lo strappo. L’opposto della CMC firma prima l’ace della la parità, subito dopo l’attacco punto del sorpasso, e coach Monti è costretto a fermare il gioco (11-12). Il muro tetto di Van Garderen su Milushev e l’attacco out di Russomanno danno il nuovo doppio vantaggio agli ospiti (13-15). Monti vuole qualcosa in più dai suoi centrali e inserisce De Togni per Georgiev sul 18 pari, e il posto 3 ferrarese si fa trovare pronto, mettendo a terra un primo tempo e stoppando a muro Torres (20-19). Lo stesso opposto della CMC si rifà subito firmando l’ace del controsorpasso (20-21), ma poi sbaglia. Van Garderen prima mette a terra un’ottima parallela, ma subito dopo batte in rete. Il punto del 22-23 è rocambolesco e arriva dal muro di Koumentakis su Sbertoli dopo un’azione concitata. Polo, entrato al servizio per Mengozzi, trova l’ace del 22-24 ma poi sbaglia (23-24). Ricci in primo tempo chiude il set e riporta il match in parità.

3° set. La CMC rientra in campo con i giocatori che hanno vinto il set precedente, Koumentakis e Perini in starting six, mentre Milano conferma De Togni. La partenza è un assolo dei padroni di casa che firmano un break di 4-0. Grazie a qualche buona giocata di Torres e Koumentakis, la CMC si rifà sotto e sul 7-5 Kantor inserisce Polo per Ricci. Lo stesso centrale vicentino si fa subito trovare pronto mettendo a terra un muro su Milushev e un primo tempo subito dopo. Il set torna in equilibrio quando Baranek rileva Milushev tra le fila dei padroni di casa, ma il nuovo entrato è subito stoppato da Mengozzi (12-13). Koumentakis spara out la parallela del 14-13, ma si fa perdonare mettendo a segno il punto del 15-17. Milushev torna in campo sul 18-21. Torres fa il punto del 18-22, dopo un paio di difese spettacolari da entrambe le parti, dopo di che i romagnoli premono sull’acceleratore e non si fermano più, chiudendo il parziale con un punto di Koumentakis, 20-25.

4° set. Confermato Milushev in posto 2 per la Revivre, Polo-Koumentakis-Perini per la CMC. La CMC parte forte (3-0) ma è il solito Skrimov a ricucire lo strappo firmando due ace consecutivi. Milano impatta e sorpassa arrivando prima al time out tecnico (12-9), e grazie a Skrimov allunga ancora 14-9. Mengozzi ferma Milushev, Torres fa ace e i romagnoli si riavvicinano (15-13), ma l’ace di De Togni coincide con un nuovo allungo della Revivre (19-14). Alletti mette a terra la palla del 20-16, il finale è un assolo dei padroni casa che allungano la gara e rimandano il verdetto al tie break.

5° set. Revivre a sestetto invariato, CMC con Cavanna al posto di Perini in regia. I padroni di casa sono lanciati e pungenti al servizio: l’ace di Skrimov vale il 5-2 per i padroni di casa, e la pipe del bulgaro porta i suoi avanti 8-3 al cambio di campo. Un ace di De Togni su Bari sancisce l’ulteriore allungo milanese, Alletti mette a terra l’11-6, ma il distacco non cambia più. I romagnoli alzano bandiera bianca e il match finisce con un errore al servizio di Torres 15-10.

REVIVRE MILANO – CMC ROMAGNA 3 – 2 (25-23; 23-25; 20-25; 25-17; 15-10)

REVIVRE MILANO: Milushev 13, Alletti 15, Sbertoli 1, Skrimov 28, Russomanno 6, Tosi (L), De Togni 10, Baranek, Georgiev. N.e: Boninfante, Burgsthaler, Marretta, Gavenda, Rivan (L). All. Monti

CMC ROMAGNA: Mengozzi 5, Ricci 4, Cavanna, Della Lunga 2, Van Garderen 17, Polo 6, Koumentakis 12, Goi (L), Torres 27, Boswinkel, Bari (L), Perini 1. N.e. Zappoli. All. Kantor

Arbitri: Pozzato (BZ) e Boris (PV). Durata: 27’, 30’, 27’, 24’, totale 1 h 48’

Spettatori: 1.434

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MVP: Todor Skrimov (Revivre Milano)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Il forte vento mette in ginocchio gli alberi, due auto travolte dai tronchi precipitati

  • Carambola sull'Adriatica, dopo il tamponamento lo scontro frontale: grave uno scooterista

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento