rotate-mobile
Sport

Volley, la Cmc dura solo due set: la Lube passa al tie-break

Il 71° Campionato italiano di Pallavolo maschile griffato Superlega UnipolSai è iniziato ufficialmente proprio al Palacredito di Romagna, dove CMC e Lube sono scese in campo alle 17.00 per l’anticipo televisivo.

Il 71° Campionato italiano di Pallavolo maschile griffato Superlega UnipolSai è iniziato ufficialmente proprio al Palacredito di Romagna, dove CMC e Lube sono scese in campo alle 17.00 per l’anticipo televisivo. La società padrone di casa prima della gara voluto omaggiare i quattro ex Cebulj, Cester, Gabriele e Corvetta, mentre Albino Massacesi, presidente della Lega Volley, ha consegnato al giovane centrale Alberto Polo il premio come miglior giovane u.23 della passata stagione. Gara lunga e dai due volti, che ha visto prima la CMC scappare sul 2-0 e poi subire il ritorno perentorio degli ospiti, trascinati dal mattatore della serata Osmany Juantorena.
 
1° set. La Lube parte con Parodi e Juantorena a schiacciare in banda, Corvetta in regia e Sabbi opposto, Stankovic e Podrascanin centrali con il francese Grebennikov libero. La CMC risponde con Cavanna e Torres sulla diagonale, Ricci e Mengozzi centrali, Koumentakis e Van Garderen in posto 4 con la staffetta Bari e Goi a ricoprire il ruolo di libero. La CMC parte forte e strappa qualche break, grazie alla buona prova in attacco di Koumentakis e Torres prende vantaggio. Sul 14-9 Blengini ferma il gioco, la Lube è trascinata da Juantorena, ma Van Garderen con un paio di tocchi vellutati ristabilisce le distanze. Un ace di Stankovic riavvicina i suoi e Kantor ferma il gioco sul 17-15. Sul 20-19 entra Fei per Sabbi. Sul fil di lana la CMC vince 26-24 grazie a due ottime battute di Polo, entrato proprio per il servizio, e un tap in di Boswinkel entrato per
 
2° set. Sestetto invariato per la CMC, Fei per Sabbi tra le fila della Lube. Si parte punto a punto e si prosegue a braccetto, il livello di gioco è piuttosto alto e le due formazioni difendono molto. Nel si vedono anche Gabriele per Parodi, Vitelli per Stankovic e nella metà campo di casa entrano Polo, ancora autore di un ottimo servizio, e Boswinkel per alzare il muro. Nessuna delle due formazioni riesce a scappare, ma sul filo del rasoio è ancora la CMC a spuntarla con un cinico Maarten Van Garderen chiude il set 25-23.
 
3° set. La Lube riparte confermando Gabriele in campo per Parodi, sestetto ancora invariato per la CMC. Partono forte gli ospiti che scappano 2-6 e la squadra di Kantor si trova a rincorrere. Si va al time out tecnico sul 8-12, gli ospiti sembrano più brillanti e determinati a rientrare in gara. E’ capitan Mengozzi, con un bel muro su Stankovic a far riavvicinare i suoi. Dalla panchina entra Della Lunga per Koumentakis e lo schiacciatore si presenta con due ricezioni perfette. La CMC è vicina ma non impatta mai, la Lube riapre la gara aggiudicandosi il set 18-25.
 
4° set. La Lube sembra galvanizzata dall’aver riaperto la gara e ha una marcia in più, in compenso la CMC è invece molto meno lucida rispetto ai primi parziali. Trascinati ancora da Juantorena, gli ospiti si portano avanti 7-12 al time out tecnico. La CMC prova a rientrare con Koumentakis, ma la Lube è sempre a +3. Entra Polo per Mengozzi, un attacco out di Fei riavvicina i romagnoli a -2 e Blengini ferma il gioco per parlare coi suoi. Juantorena in pipe da nuova linfa ai suoi e la Lube vola a +4, Mengozzi torna in campo ma la CMC sbaglia diversi turni di battuta consecutivi e consegna il set in mani ospiti 20-25. Match che torna in parità 2-2 e verdetto rimandato al quinto set.
 
5° set. Sestetti confermati al via dell’ultimo e decisivo set. Ancora Juantorena e un recupero prodigioso di Grebennikov fanno subito scappare la Lube sullo 0-4. La CMC sembra accontentarsi del punto ottenuto e non ha più energie per lottare. Il finale è un monologo ospite: trascinati dall’italo-cubano che mette a terra ben 33 palloni nel match, la Lube si aggiudicano set e incontro.
 
Soddisfatto per metà coach Waldo Kantor a fine gara: “Abbiamo giocato due set quasi perfetti, e devo fare i complimenti ai ragazzi per l’approccio alla gara. Poi però alla distanza siamo calati e abbiamo commesso troppi errori. E’ un punto comunque prezioso, ma potevano essere di più se non avessimo perso la concentrazione”.
 
 
CMC ROMAGNA – CUCINE LUBE BdM CIVITANOVA 2–3 (26-24; 25-23; 18-25; 20-25; 9-15)
CMC ROMAGNA: Mengozzi 4, Ricci 7, Cavanna 2, Della Lunga, Van Garderen 23, Polo 1, Koumentakis 19, Goi (L), Torres 21, Boswinkel, Bari (L), Perini. N.e. Zappoli. All. Kantor
CUCINE LUBE BdM CIVITANOVA: Fei 7, Gabriele 8, Parodi 3, Juantorena 33, Vitelli, Stankovic 10, Sabbi 3, Cester, Grebennikov (L), Corvetta 1, Podrascanin 12. N.e. Christenson. All. Blengini

Arbitri: Puecher (PD) e Pol (TV). Durata: 30’, 31’, 25’, 26’, 15’ totale
Spettatori: 1.750. Incasso 12.600 €

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, la Cmc dura solo due set: la Lube passa al tie-break

RavennaToday è in caricamento