rotate-mobile
Sport

Volley, la Cmc "torna a casa" ed è subito battaglia: Latina ko al tie-break

Prima della gara è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Enrico Liverani, assessore del Comune e candidato Sindaco di Ravenna, venuto tragicamente a mancare nel weekend appena trascorso

La CMC è tornata al Pala De Andrè ed è stata subito battaglia, per due ore e mezza la Ninfa Latina ha dato del filo da torcere ai romagnoli, che sono incappati in una serata opaca dei posti 4, ma grazie alla prova di “quantità” di Torres e a buone giocate dei centrali è riuscita a vincere sul filo di lana un quinto set tiratissimo. Prima della gara è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Enrico Liverani, assessore del Comune e candidato Sindaco di Ravenna, venuto tragicamente a mancare nel weekend appena trascorso. I padroni di casa hanno approfittato della possibilità di inserire un ospite in panchina, novità proposta dalla Lega per questa stagione, inserendo a referto Alberto Morigi, responsabile amministrativo dell’azienda main sponsor CMC.

1° set. Gli ospiti partono con Boninfante in cabina di regia, Hirsch opposto, Maruotti e Sket schiacciatori, Rossi e Yosifov centrali con Romiti libero. I padroni di casa rispondono con Cavanna palleggiatore e Torres opposto, Mengozzi e Polo in posto 3, Koumentakis e Van Garderen bande e la solita staffetta Bari-Goi a occuparsi dei fondamentali di seconda linea. L’inizio è traumatico, con gli ospiti che premono sull’acceleratore mettendo a segno tre ace e due murate nei primissimi punti. Al time out tecnico i ragazzi di Kantor sono sotto 6-12. Sul punteggio di 10-17 entra in campo Della Lunga per uno spento Koumentakis, e con Polo in battuta la CMC sembra timidamente entrare in partita riavvicinandosi agli ospiti. Entrano anche Perini e Boswinkel per Torres e Cavanna, ma la solfa non cambia. Anche Zappoli fa il suo ingresso in campo per Van Garderen ma il distacco rimane proibitivo e Latina si aggiudica il primo parziale col punteggio di 19-25.

2° set. La CMC prova a scrollarsi di dosso la tensione e riparte con Della Lunga in sestetto al posto di Koumentakis mentre Latina conferma gli stessi effettivi. L’esperienza di Della Lunga sembra giovare ai meccanismi di squadra locali che passano per la prima volta in vantaggio nel match 6-5 e poi 8-6. Pur commettendo ancora qualche errore di troppo e accusando qualche passaggio a vuoto, la CMC sembra aver ritrovato la via del gioco e al time out tecnico è avanti 12-11. Un gran servizio di Torres e il muro tetto di Mengozzi su Sket fanno esplodere il Pala De Andrè per il punto che vale il +3. Latina però è viva e con due muri su Van Garderen pareggia i conti 19-19. Entrano Perini per il servizio e Ricci per il muro, il brasiliano spacca in due il set firmando un break importante farcito da un ace, mentre Zappoli e Polo con un muro a testa fanno il resto, la CMC passa a condurre 24-19 e un errore in battuta di Latina chiude il set riportando il match in parità 25-20.

3° set. Coach Kantor dà fiducia ai due schiacciatori Della Lunga e Zappoli, mentre Placì riconferma gli stessi titolari dei set precedenti. Tre errori dei giallorossi fanno però subito scappare Latina 1-6. Hirsch è il terminale preferito di Boninfante in questa frazione di gioco, rispondendo sempre presente e portando i suoi al time out tecnico avanti 7-12. Sulla battuta di Maruotti, Latina allunga ancora e Kantor chiama time out sul punteggio di 8-15. Entrano Perini e Boswinkel ma il parziale sembra ormai compromesso. Tailli prende il posto di Sket per rinforzare la seconda linea, ma è Maruotti a chiudere il set con un muro su Boswinkel, il punteggio di 15-25 rappresenta bene tutte le difficoltà della CMC in questo set.

4° set. Kantor ripropone Van Garderen al posto di Zappoli, il resto rimane invariato. L’olandese però non è in serata e lo dimostra subendo un ace e un mani out, oltre a essere poco efficace in attacco. I romagnoli, pur faticando molto, restano attaccati agli ospiti grazie al solo Torres, e a qualche buona giocata sporadica dei centrali che però non riescono a far punto con continuità. Il muro di Polo permette alla CMC di riagganciare Latina sul 12-12, mentre uno di capitan Mengozzi firma il sorpasso dopo un buon servizio dello stesso Polo. Placì cambia regia inserendo Krumins, Kantor invece rimette in campo Koumentakis per Van Garderen. E’ Torres a prendersi sulle spalle la squadra e grazie al turno in battuta insidioso di Polo (culminato con l’ace finale) la CMC impatta il conto dei set col punteggio di 25-21 e rimanda l’esito al tie break.

5° set. Si riparte con Boninfante in regia per Latina, stessi effettivi che hanno terminato il quarto set nella metà campo giallorossa. Inizio di set nervoso condito da diversi errori per parte, si procede a braccetto ed è Torres a siglare l’8-7 del cambio di campo. Un pallonetto di seconda di Cavanna murato riporta avanti di un punto gli ospiti, mentre un muro su Torres sigla il 10-12. Koumentakis accorcia, e Kantor rimette in campo Perini al servizio e Ricci per il muro, ma ci pensa Polo a murare Hirsch e impattare il set sul 12-12. Sul servizio di Perini Latina fatica e il muro di Polo vale il 13, mentre quello di Koumentakis il 14. Gli ospiti annullano il primo match ball dopo un fantastico recupero in difesa di Perini e Koumentakis si fa murare il secondo. La CMC perde lucidità e Latina sorpassa. E’ il greco annulla, ma Maruotti smarcato conquista un altro match ball. Torres annulla e con caparbietà Della Lunga porta avanti la CMC, che vince con un muro di Polo su Hirsch.

Soddisfatto a metà coach Waldo Kantor: “Di buono c’è il risultato, ma l’approccio alla gara è stato negativo. Siamo stati bravi a rimanere attaccati a Latina anche nelle difficoltà, ma dobbiamo crescere ancora molto. Oggi più che mai è servito l’aiuto di tutti i ragazzi e guardando le cose positive, tutti hanno dato un contributo. Per quanto riguarda le cose meno buone, voglio analizzare bene la gara. Sono comunque due punti preziosi che fanno morale”.

Torres, premiato MVP, ha letteralmente trascinato i suoi, ma sono stati preziosi, tra gli altri, gli apporti di Perini al servizio, e di Ricci a muro, quando chiamati in causa. Buona la prova dei centrali Mengozzi e Polo, incisivi soprattutto a muro (4 a testa, di cui quello pesantissimo di Polo che è valso il 18-16).

Prossimo appuntamento domenica 29 a Padova contro la Tonazzo per cercare di centrale un altro risultato positivo.

CMC ROMAGNA – NINFA LATINA 3 – 2 (19-25; 25-20; 15-25; 25-21; 18-16)
Cmc Romagna: Mengozzi 11, Ricci, Cavanna 2, Zappoli 3, Della Lunga 9, Van Garderen 4, Polo 9, Koumentakis 7, Goi (L), Torres 28, Boswinkel 2, Bari (L), Perini 2. All. Kantor
Ninfa Latina: Krumins, Sket 12, Romiti (L), Boninfante 3, Tailli, Hirsch 24, Yosifov 10, Rossi 9, Maruotti 13. N.e: Mattei, Pavlov, Ferenciac. All. Placì

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, la Cmc "torna a casa" ed è subito battaglia: Latina ko al tie-break

RavennaToday è in caricamento