Martedì, 28 Settembre 2021
Sport

Volley Ravenna, maggio 1991-maggio 2021. La favola degli scudetti ha trent’anni

Una chat consentirà a tutti gli sportivi di partecipare all’incontro con messaggi, video e foto

Nel maggio del 1991 la città di Ravenna realizzava il più importante risultato sportivo della sua storia con le due squadre di pallavolo a marchio “Il Messaggero”. Il giorno 18 le “Imperatrici” di Sergio Guerra sconfiggevano la Imet Perugia e si aggiudicavano il loro undicesimo scudetto consecutivo, un record tuttora ineguagliato. Una settimana dopo, il 25 maggio, le “Emme Rosse” di Daniele Ricci superavano la Maxicono di Parma, conquistando a loro volta il titolo italiano, il sesto per la città in campo maschile. Entrambe le gare vennero disputate nel nuovissimo Pala De Andrè, davanti ad un pubblico traboccante e travolto da un’ondata di gioia sportiva senza precedenti.

La tradizione vuole che l’evento venga celebrato ogni 10 anni. Nel primo decennale venne ripetuta la partita Messaggero-Maxicono con gli stessi atleti in campo; nel ventennale si tenne uno spettacolo al Teatro Alighieri con gli interventi dei protagonisti alternati a gag comiche. Le contingenze dovute all’emergenza sanitaria costringono per la celebrazione del trentennale a limitarsi a una trasmissione in streaming, in programma mercoledì alle 21, supportata dalle web emittenti OASport, Sport2U e da alcune pagine Facebook, tra cui quella del Porto Robur Costa 2030, che riprodurranno gratuitamente la serata, a beneficio di tutti gli sportivi.

Interverranno Steve Timmons, Fabio Vullo, Andrea Gardini, Michela Guerra, Giuseppe Brusi, oltre al telecronista della finale Lorenzo Dallari e all’attuale telecronista Consuelo Mangifesta, all’epoca fiera rivale della Teodora. Saranno proiettati filmati d’epoca, foto e “sorprese” varie. Una chat consentirà a tutti gli sportivi di partecipare all’incontro con messaggi, video e foto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley Ravenna, maggio 1991-maggio 2021. La favola degli scudetti ha trent’anni

RavennaToday è in caricamento