rotate-mobile
Volley

Volley, finale in crescendo per l’Olimpia Teodora: vittoria contro Pistoia

Secca vittoria 3-0 per le ravennati contro La Fenice Pistoia. Le giallorosse chiudono il campionato nella prima metà della classifica

È una nuova bella vittoria quella che chiude la stagione dell’Olimpia Teodora nel campionato di B2 che trionfa in casa 3-0. Alla Mattioli scende in campo la squadra pistoiese de La Fenice autrice di un buon campionato che l’ha vista collocarsi in quinta posizione appena sotto le squadre in lotta per la promozione. Olimpia parte con la novità della giovanissima Ronchi nello starting six opposta a Baravelli, le bande sono le “solite” Monaco e Balducci, al centro ci sono Comastri e Fusaroli, il libero è Macchi. Le ospiti rispondono con una inedita formazione con Agostini in regia, opposta Canovai, Mantellassi e Valentini esterni di posto 4, Massaro e Gaggioli al centro, libero Orlandi.

La gara inizia all’insegna dell’equilibrio con Olimpia che mette il naso avanti sfruttando qualche errore ospite soprattutto al servizio e le grandi difese del libero Macchi. È il secondo turno al servizio della palleggiatrice di casa Vania Baravelli a “spaccare” il parziale con un break di 6 punti che consegna il set alle giallorosse. Nel secondo set Olimpia parte meglio e piazza il break in avvio (8-2 e 10-3), ma Pistoia che ha stravolto la formazione torna a mordere e si rimette in scia. È un secondo “filotto” giallorosso (favorito da un incisivo turno al servizio di Ghiberti subentrata a Ronchi) quello decisivo. Dal 21-13 al 2-0 Olimpia il passo è breve. Il terzo set non cambia l’inerzia, le ospiti toscane non sembrano avere la giusta convinzione per provare ad allungare la partita. La resa è certificata dalla solita Zoe Comastri (MVP del match) che diventa semplicemente irricevibile per la seconda linea avversaria. Saranno 5 gli aces diretti per la centrale bolognese dell’Olimpia. Finisce la partita con la festa ravennate.
 
Cala quindi il sipario sul campionato di Serie B2 che ha visto la squadra giallorossa chiudere nella prima metà della classifica grazie ad un girone di ritorno di alto livello. È il presidente Giuseppe Poggi a fare a caldo un bilancio: “Non era per noi un anno semplice. Ripartire dalle ceneri di una società che aveva rinunciato alla A2 dopo alcuni anni voleva dire vincere un certo scetticismo e sopportare le uscite di molte giovani promettenti che non hanno creduto nel progetto. Ridimensionare ma non mollare, questa era la missione. Ora possiamo dirci soddisfatti di quanto abbiamo ricostruito”. “La prima squadra è solo la punta di un iceberg molto robusto che coinvolge un settore giovanile in crescita sia nei numeri sia nella qualità. Abbiamo la giusta pazienza e siamo certi di essere sulla strada giusta, ringraziamo chi ci ha sostenuto e seguito e chi lo farà in futuro”.

OLIMPIA TEODORA - LA FENICE PISTOIA 3-0 (25-19, 25-21, 25-22).
 
OLIMPIA TEODORA: Fusaroli 4, Munteanu, Ronchi 2, Macchi (L1), Monaco 8, Pioli 2, Baravelli 3, Ghiberti 3, Bendoni (K) 1, Comastri 18, Ravaglia, Piovaccari 1, Balducci 5. N.e. Piraccini (L2). All. Marone
LA FENICE PISTOIA: Mannucci 5, Martone 3, Massaro (K) 3, Orlandi (L1), Gaggioli 7, Tanteri, Giarducci 6, Pieraccioni 4, Betti, Agostini 1, Mantellassi 6, Valentini 2, Canovai. N.e. Miccoli (L2). All. Ribechini.
 
Classifica finale: Ozzano 72, Pontedera 68, Riccione 60, Prato 56, Polverigi e Pistoia 44, Olimpia Teodora 38, Lucrezia 36, Potenza Picena 33, Porto S.Giorgio 32, Castenaso 26, Rimini 19, Monte Urano 13, Pagliare 5. Ozzano promossa in Serie B1. Pontedera ammessa al Playoff promozione. Castenaso, Rimini, Monte Urano e Pagliare retrocesse in Serie C.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley, finale in crescendo per l’Olimpia Teodora: vittoria contro Pistoia

RavennaToday è in caricamento