Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il leone Leo arriva allo zoo safari di Ravenna e si rotola sulla neve - VIDEO

Mercoledì 21 febbraio il giardino zoologico ravennate ha accolto Leo, uno splendido leone di 5 anni sequestrato in un circo. Dopo un temporaneo trasferimento al Bioparco di Roma, dove l’animale è arrivato in pessime condizioni con evidenti segni di denutrizione, escoriazioni e ferite in varie parti del corpo, il leone, diventato oggi un magnifico esemplare, ha raggiunto la sua destinazione finale presso il Parco Ravennate dove ora si trova in compagnia di suoi simili, in un ampio spazio all’aperto di 3000 metri quadri curato con i necessari arricchimenti ambientali. La richiesta di accoglienza preso il Safari Ravenna è partita ancora dall’associazione animalista Salviamo gli Orsi della Luna, in prima linea a 360 gradi nella difesa dei diritti degli animali, che già in passato si è rivolta al Safari Ravenna per ospitare animali provenienti da situazioni di difficoltà. “In qualità di rappresentante dell’associazione, sono davvero contenta della continua disponibilità e concretezza del Safari Ravenna, sempre in prima linea ogni qual volta abbiamo manifestato la necessità di intervenire per tutelare la salute e il benessere di un animale - spiega Carmen Aiello - Sembra banale, ma di fatto accade di rado di riuscire ad avere con una struttura italiana una collaborazione fattiva e spesso siamo stati costretti a rivolgerci all’estero”. “Il Safari Ravenna, sin dalla sua nascita e spesso anche scontrandosi con toni accesi con le stesse associazioni animaliste, ha da sempre chiarito che il suo ruolo va ben oltre alla creazione di un Parco inteso esclusivamente come luogo ricreativo. Un giardino zoologico rappresenta innanzitutto una funzione educativa e di divulgazione nel campo naturalistico ed ambientale e un ruolo attivo nella conservazione della biodiversità e nella tutela del benessere animale - dichiara Osvaldo Paci, Direttore Safari Ravenna - Con la dottoressa Aiello, tra le fondatrici dell’associazione, abbiamo da subito instaurato una collaborazione attiva e costruttiva e siamo lieti di essere diventati interlocutori fondamentali a cui rivolgersi ogni qual volta si presentino situazioni di disagio per il benessere degli animali. La stagione 2018 del Parco ravennate inaugurerà a breve e Leo sarà già visibile ai visitatori del parco nella apposita area riservata ai leoni"

Potrebbe Interessarti

Torna su
RavennaToday è in caricamento