rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022

Apre il cantiere per il Parco Marittimo: "E' il simbolo della rinascita dopo anni difficili" - VIDEO

Il primo stralcio, che verosimilmente impiegherà almeno due inverni per essere realizzato, riguarda la riqualificazione dell’ampia porzione di territorio che abbraccia il sistema delle pinete litoranee di Marina di Ravenna e Punta Marina

Tutela e rigenerazione sono le parole d'ordine degli interventi del nuovo Parco Marittimo di Ravenna. Lunedì mattina, infatti, ha preso ufficialmente il via a Marina di Ravenna il cantiere per la realizzazione del primo di quattro stralci che interesseranno nei prossimi anni tutta la costa ravennate. Il primo stralcio, che verosimilmente impiegherà almeno due inverni per essere realizzato, riguarda la riqualificazione dell’ampia porzione di territorio che abbraccia il sistema delle pinete litoranee di Marina di Ravenna e Punta Marina per una lunghezza complessiva di cinque chilometri e un investimento di 5.845.000 euro.

Al via la realizzazione del Parco Marittimo (foto Massimo Argnani)

Il primo stralcio di lavori si svolgerà in parallelo partendo da tre aree: ci sarà un cantiere fisso a fianco della Motosilurante 472 in viale Lungomare, più altri due cantieri mobili, uno in piazza Saffi a Punta Marina e uno in una zona intermedia nei pressi dello stabilimento Mio Capitano di Marina. Gli interventi proseguiranno contemporaneamente su tutte le aree, dando vita a un unico cantiere diffuso. Dune, pinete e stradelli saranno protagonisti della prima fase di intervento, durante la quale si procederà con i rilievi necessari per permettere ai tecnici di conoscere il terreno e scoprire cosa si trova sotto la superficie degli stradelli retrodunali. In particolare poi si dovrà lavorare sul sistema di pendenze che oggi caratterizzano l'area compresa fra pineta e stabilimenti balneari, così da evitare gli importanti ristagni d'acqua che ingombrano gli stradelli dopo le piogge. Attraverso scavi nel terreno si cercherà di rendere nuovamente permeabile il terreno, permettendo in futuro all'acqua piovana di scendere e raggiungere la falda sottostante.

Un "Parco marittimo" per connettere spiaggia e pineta

Punto di partenza dei lavori del Parco Marittimo sarà "riqualificare la natura e riqualificare la pineta" come spiega il progettista Antonio Stignani. Durante l'avvio ufficiale dei lavori, infatti, si è proceduto a togliere le attuali recinzioni che dividono gli stradelli dalla pineta. "Solo aprendo la pineta possiamo entrare per riqualificare ma anche rispettarla. La lasceremo aperta. La tuteleremo: la pineta è parte del parco marittimo. Una riqualificazione estetica, ma anche ambientale".

"Oggi volevamo far vedere questo intervento - afferma il sindaco Michele De Pascale riferendosi alla rimozione della recinzione degli stradelli - che per quanto semplice è molto simbolico. La chiusura dei nostri stradelli era proprio il simbolo di una pineta da lasciare chiusa al suo interno. Mai più arrivando a Marina di Ravenna o a Punta Marina, nelle nostre spiagge, si entrerà in questi stradelli angusti fra due reti. Il recupero della pineta sarà un elemento determinante".

Venendo alle fasi d'intervento successive: "La prima cosa che toglieremo - sottolinea Stignani, agronomo e architetto del paesaggio - sono le pozzanghere e la polvere, faremo grandi bonifiche, chiuderemo le dune. E poi iniziamo a fare tutta la parte di rifinitura con la realizzazione dei percorsi, giardini. Cercheremo di fare diventare il parco bello con l'aiuto di tutti, perché siamo tutti coinvolti in questo processo". Tutto l'intervento sarà solto in due fasi. "Prima la fase strutturale - precisa il progettista - che riguarda l'avvio della pulizia delle pineta, la bonifica dei terreni, la chiusura del sistema delle dune. Chiusura perché le dune sono interrotte, sono tagliate e quindi saranno riassemblate insieme alla pineta. Rigenereremo questo cordone di protezione della pineta che è fondamentale poi per riequilibrarla". I primi risultati di questo intervento li si potranno vedere già nella prossima primavera. Succesivamente inizieranno i lavori della seconda fase, quelli di rifinitura con la realizzazione dei percorsi, le pavimentazioni finali, le illuminazioni. La fase di rifinitura sarà ripresa probabilmente al termine dell'estate 2022.

Un intervento che avviene grazie a un finanziamento della Regione Emilia Romagna per la riqualificazione delle aree retrostanti gli stabilimenti. "E' stato un lavoro molto lungo - ricorda Michele De Pascale - sono lavori che, sia in questo stralcio che negli stralci successivi, impegneranno tutti i prossimi anni. Non ci fermeremo mai, di fatto. Lavoreremo i prossimi due inverni in questa porzione di litorale, ma nel frattempo si stanno concludendo le progettazioni anche per gli altri stralci. Sarà un cantiere che accompagnerà tutti gli inverni di Ravenna nei prossimi anni da Casalborsetti fino a Lido di Savio, fermandosi in primavera e in estate per la stagione balneare, o concentrando in quel periodo le attività che non hanno impatto sulla fruizione della spiaggia".

"Credo che anche per la spiaggia di Ravenna questa sia una grande occasione di ripensarsi, rigenerarsi, di valorizzare spazi che oggi sono un retro e che invece devono diventare un fronte - prosegue il sindaco di Ravenna - Non è un cambiamento che non tocca gli stabilimenti. Li coinvolge, certamente, però è chiaro che bisogna fare dei cambiamenti insieme cercando di limitare i disagi e valorizzando al massimo le opportunità".

Parlando dei cambiamenti per la sosta dei turisti, abituati fino a oggi a parcheggiare a pochi metri dalla spiaggia, l'impatto non sarà sull'estate 2022, ma su quella successiva. "Vanno avanti parallelamente le progettazioni per l'ampliamento del parcheggio scambiatore di Marina di Ravenna. Non ci sarà un momento in cui mancheranno i parcheggi qui e non ci saranno da un'altra parte - assicura De Pascale - Il parcheggio di via del Marchesato è stato ampliato e il parcheggio scambiatore di Marina, prima con un intervento temporaneo e poi definitivo, verrà ampliato prima della sparizione della parte di parcheggi del parco marittimo. E stiamo lavorando per un parcheggio scambiatore anche nel lato sud di Punta Marina".

Video popolari

Apre il cantiere per il Parco Marittimo: "E' il simbolo della rinascita dopo anni difficili" - VIDEO

RavennaToday è in caricamento