rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022

Ravenna celebra il Dantedì: "La prima strada per amare Dante è leggere la sua opera"

Il sindaco De Pascale legge i versi della Divina Commedia davanti alla Tomba di Dante e afferma: "In questi giorni difficili per il mondo, far risuonare nelle nostre città i versi del poeta è un esercizio tutt'altro che superfluo"

"La prima strada per amare Dante è quella di leggerlo e rileggerlo. Quindi Dante ispira tutti i linguaggi dell'arte, ma non dobbiamo perdere di vista la via maestra, quella di leggere e rileggere la sua opera". Queste sono le parole del sindaco di Ravenna, Michele De Pascale, davanti alla Tomba di Dante in occasione del Dantedì, giornata nazionale dedicata al Sommo Poeta.

"In questi giorni così difficili e tristi per il mondo, far risuonare nelle nostre città i versi del poeta è un esercizio tutt'altro che superfluo, tutt'altro che inutile", ha aggiunto il primo cittadino ravennate dopo aver letto alcuni versi della Divina Commedia.

Video popolari

Ravenna celebra il Dantedì: "La prima strada per amare Dante è leggere la sua opera"

RavennaToday è in caricamento