rotate-mobile

Droga a domicilio durante il lockdown: le immagini degli "scambi", ecco come avvenivano le consegne - VIDEO

Una complessa e articolata attività investigativa condotta dal Nucleo operativo con la quale si è cercato di dimostrare l'esistenza, a Cervia, di una fitta rete di spaccio di sostanze stupefacenti attiva anche durante il periodo del lockdown

Durante il lockdown dovuto alla pandemia da Covid facevano le consegne a domicilio. Non di pizze, però, ma di droga. E' l'oggetto dell'operazione denominata "Home delivery", consegne a domicilio appunto, per la quale nelle prime ore di mercoledì mattina i Carabinieri di Cervia Milano Marittima hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare nei confronti di 12 persone, tutti uomini e una donna, ritenute responsabili di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il provvedimento nasce da una complessa e articolata attività investigativa condotta dal Nucleo operativo con la quale si è cercato di dimostrare l'esistenza, a Cervia, di una fitta rete di spaccio di sostanze stupefacenti attiva anche durante il periodo del lockdown. Le indagini hanno consentito di documentare come gli spacciatori impiegassero un linguaggio criptico per il presunto acquisto-cessione di droghe di vario tipo. Durante le attività investigative, durate diversi mesi, sono state arrestate 5 persone, denunciate altre 3 e 11 segnalate alla Prefettura. Nel complesso 70 sono stati i grammi di sostanza stupefacente sequestrati.

Dei 12 soggetti colpiti da provvedimento cautelare, 8 sono le persone finite in carcere, mentre 4 sono gli indagati raggiunti dall'obbligo di presentazione ai Carabinieri. Tra gli indagati figurano 4 persone di nazionalità albanese. All'esecuzione delle misure cautelari hanno collaborato 70 militari supportati da un elicottero del Nec di Forlì.

IMG-20220824-WA0014-3

Video popolari

RavennaToday è in caricamento