Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ritrova il suo gatto perso 8 anni prima: l'incredibile storia finisce sulla Rai - VIDEO

Nella puntata del programma andata in onda sabato pomeriggio, tra gli ospiti c'era infatti Monica Ferrini, diventata 'celebre' perchè qualche giorno fa ha potuto riabbracciare il suo gatto scomparso ben otto anni fa

 

L'incredibile storia del gatto Mandarino e della sua Monica è finita su Rai 1. Nella puntata del programma 'ItaliaSì', condotto da Marco Liorni, andata in onda sabato pomeriggio tra gli ospiti c'era infatti la musicista faentina Monica Ferrini, diventata 'celebre' perchè qualche giorno fa ha potuto riabbracciare il suo gatto scomparso ben otto anni fa.

Una coppia di faentini ha infatti ritrovato un gatto anziano e con gravi problemi di salute. Il micio è stato poi recuperato dai volontari Enpa e affidato ai veterinari per i necessari accertamenti e le terapie del caso. "Purtroppo era sotto temperatura, disidratato e molto magro ed è risultato completamente cieco - spiega la presidente di Enpa Faenza Maria Teresa Ravaioli - ma nonostante tutto ha mostrato miglioramenti alle terapie da subito. Chi lo ha trovato si è gentilmente offerto di prendersene cura a casa propria una volta dimesso".

Poi arriva la telefonata: Monica, avendo visto il post sulla pagina Facebook di Enpa Faenza, spiega di aver perso otto anni prima un gatto molto simile, e che se fosse proprio lui il micio in questione avrebbe addirittura 20 anni. "Monica ha cercato per mesi e mesi il suo gatto tramite volantini, giornali e passaparola ma invano - racconta Ravaioli - Erano molto affezionati l'uno all'altra e per 12 anni avevano vissuto assieme. Dalle foto che ci ha inviato e da alcune caratteristiche abbiamo subito capito che era lui".

Così Monica, emozionata, si reca nella sede di Enpa per incontrare e riconoscere il suo gatto. "La scena dell'incontro rimarrà impressa negli occhi di chi ha potuto assistere - spiega la presidente di Enpa - Nonostante le condizioni precarie di salute, Mandarino ha riconosciuto la sua amica mentre lo abbracciava e lo chiamava in lacrime, e lui colpiva il viso della sua Monica con delicate e deboli "testate" affettuose. Non si sa per quanto tempo questo ricongiungimento sarà possibile vista l'età di Mandarino e la sua salute, ma di sicuro questi otto anni da randagio li ha cancellati in un sol momento ritrovando la voce, l'odore e il calore di quell'abbraccio commovente.
Vogliamo ringraziare chi ha trovato Mandarino dimostrando responsabilità e sensibilità nei confronti degli animali e chi ha diffuso il nostro annuncio, che ha permesso il lieto fine di questa incredibile storia".

"E' sempre stato un gran girandolone, non c'era verso di tenerlo a casa. Il 7 novembre 2012 è uscito e non è più tornato. Un'amica mi aveva detto di aver visto Mandarino finire sotto un'auto, ma accorsa sul posto non ho trovato nulla - racconta Monica durante la trasmissione Rai - Ho perso il mio amico peloso ed è stata una sofferenza notevole, loro ci amano incondizionatamente e per sempre, diventano membri della famiglia. Anche dopo tanto tempo che lo cerchi ti fai delle domande, magari lo avrà preso qualcuno, magari starà male, magari è morto...".

E invece, dopo 8 anni, Mandarino è tornato dalla sua Monica. Ma cos'avrà combinato in questi anni, si chiede Liorni? "L'hanno trovato dalla parte opposta della città, probabilmente ha avuto un incidente, ha attraversato il fiume e non è più riuscito a trovare la strada per tornare indietro. E' sempre stato molto indipendente, è riuscito a cavarsela in situazioni eccezionali. Io non ho mai perso la speranza di poterlo ritrovare, nonostante fosse passato tanto tempo - spiega Monica lanciando anche un appello - Ora viene offerta una grande possibilità a chi ha questi animali girandoloni, ovvero inserire il microchip sottopelle anche ai gatti. Così una volta recuperato il gatto si sa di chi è. Chi trova un animale in difficoltà per strada, lo aiuti chiamando un veterinario o associazioni come Enpa".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RavennaToday è in caricamento