Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dall'idea di un nonno una raccolta fondi per restaurare il bigliodromo del parco Teodorico - VIDEO

Nonno Riccardo ha iniziato a interessarsi alla sua riparazione perché nella pista è andato tante volte a giocarci con suo nipote Giulio. E ci vuole tornare

 

Una raccolta fondi per il bigliodromo del Parco Teodorico. E' l'idea lanciata dal centro di partecipazione sociale 'CittAttiva' di Ravenna, che ha diffuso un video spiegando il progetto 'Scendi in pista per Teodorico': "Una delle cose di cui abbiamo sentito maggiormente la mancanza durante l’emergenza Covid-19 è stata la possibilità di uscire, di andare al parco e respirare aria buona, guardando gli alberi, i prati fioriti… e giocare! Abbiamo capito che è un bisogno primario di tutti. Vogliamo quindi rilanciare e curare il meraviglioso Parco Teodorico di Ravenna e abbiamo bisogno di aiuto per riparare la pista delle biglie, che è uno dei luoghi di maggiore attrazione per i bambini, i genitori e i nonni. A chi non è capitato di giocarci a lungo, di conoscere altri bambini prestandosi o scambiandosi le biglie, di perdere la biglia nell’erba o di azzeccare al primo tiro il passaggio nel vulcano?".

pista-biglie-2

E così è stata aperta una raccolta fondi (a questo link è possibile donare) che ha come obiettivo il raggiungimento di 2000 euro (ne sono già stati raccolti oltre 370). "Da tempo la pista è rovinata, tanto che oggi è pericolosa, anche per la presenza di parti appuntite; è inoltre difficile completare il percorso con le biglie perché molti tratti sono aperti - spiegano da CittAttiva - E allora un nonno, Riccardo, ha iniziato a interessarsi alla sua riparazione perché nella pista è andato tante volte a giocarci con suo nipote Giulio. E ci vuole tornare. Ma soprattutto perché la pista delle biglie è un bene comune di tutti e deve essere ripristinato prima possibile".

Così nonno Riccardo ha contattato CittAttiva ed è nato un gruppo di persone e associazioni che ha firmato un “patto di collaborazione” per i beni comuni con il Comune di Ravenna, che appoggia l’iniziativa e il piano di recupero: "Siamo infatti molto contenti che l'amministrazione comunale abbia deciso di sostenere finanziariamente una parte dei costi del progetto di Riccardo, ma per completare l'opera c'è bisogno anche del contributo dei cittadini. Al progetto hanno anche aderito le associazioni Anpi (sezione Fuschini) e Malva, che metteranno all'opera i propri volontari per effettuare una manutenzione ordinaria, cercando di intervenire nei passaggi della pista maggiormente pericolosi ed esposti. Si prevedono alcuni giorni di lavoro di volontari muratori sotto la supervisione del progettista della pista, Riccardo Testardi. A conclusione di questi sarà inoltre predisposta una documentazione, anche fotografica, da presentare agli Uffici dei Lavori Pubblici e a quelli dell’Ambiente: la relazione conterrà anche proposte per il futuro in termini di manutenzione straordinaria e di sicurezza. Verranno coinvolti 30 volontari: abbiamo intenzione di aumentare mano a mano il numero dei sostenitori e delle associazioni coinvolte, oltre a quelle firmatarie del patto, in modo da fare avvicinare più persone possibili al progetto e alla condivisione di azioni di cittadinanza attiva. Partiamo da qui per riscoprire e valorizzare gli spazi ludici della nostra città!".

Potrebbe Interessarti

Torna su
RavennaToday è in caricamento