Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Trigone preso a bastonate sulla riva, i volontari di Cestha: "Cercheremo di salvarla" - VIDEO

Ha perso l'uso di un occhio e ha subito lesioni alla cavità cranica la femmina di trigone viola che lunedì pomeriggio è stata presa a bastonate da un passante sulla spiaggia di Casal Borsetti

 

Ha perso l'uso di un occhio e ha subito lesioni alla cavità cranica la femmina di trigone viola che lunedì pomeriggio è stata presa a bastonate da un passante sulla spiaggia di Casal Borsetti. Ad accorgersi di quanto stava succedendo sono stati gli altri bagnanti, che hanno subito dato l'allarme e hanno ripreso la scena con i cellulari. Il povero animale è stato soccorso dai volontari di Cestha (Centro Sperimentale per la Tutela degli Habitat) di Marina di Ravenna, ma l'aggressore si è allontanato facendo perdere le sue tracce.

"E' stata una giornata così piena di emozioni che ancora ci dobbiamo riprendere - commentano da Cestha - Andiamo in ordine cronologico partendo forse dal fatto più brutto, dal quale cogliamo pero l'aspetto che più ci rasserena. Se infatti un incivile (e non usiamo altri appellativi) ha aggredito con un bastone e ridotto in fin di vita una femmina di trigone viola, la sensibilità dei bagnanti che sono riusciti a fermarlo in tempo e che ci hanno avvisato per il trasporto nel nostro centro ci riempie di speranza per il futuro del nostro ambiente. La femmina è stata battezzata "Sole" dalla nostra ospite, la biologa marina Maria Sole Bianco, e ce la metteremo davvero tutta per salvarla e restituirla al mare".

Questi esemplari sono comuni nel nostro mare. Nel periodo estivo, specialmente tra giugno e luglio, si avvicinano alla riva per deporre le uova; non bisogna avvicinarsi e nemmeno stuzzicarli, il loro aculeo è pericoloso e la puntura può essere dolorosa, ma se non li si importuna sono completamente innocui. Il trigone, una volta deposte le uova, tornerà al largo tranquillamente.

Potrebbe Interessarti

Torna su
RavennaToday è in caricamento