rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022

Furti nelle auto in sosta fuori dai supermercati: ladri in manette - VIDEO

I colpi erano portati a termine o con destrezza, attraverso l’apertura dello sportello approfittando della distrazione delle vittime che stavano riponendo la spesa in auto, oppure con la rottura del finestrino delle auto

Aprendo lo sportello mentre le vittime riponevano la spesa in auto, o spaccando i finestrini, hanno rubato soldi e carte di credito che poi hanno usato per prelevare, accumulando 6.000 euro. I furti - otto quelli contati - sono avvenuti al Cash&Carry di Ravenna, a Casalecchio di Reno, a Bologna all'Esselunga di via Guelfa e al centro commerciale Meraville, specie a danno di anziani e donne.

Sono le accuse che hanno portato in carcere due 30enni di etnia rom, arrestati dalla Polizia di Bologna e portati alla Dozza. Gli arresti sono il frutto di una indagine della sezione sul crimine diffuso della Mobile di Bologna risalente a maggio e giugno 2021, subito dopo che nei parcheggi dei grandi ipermercati e centri commericali si stavano verificando piccoli ma gravi episodi di furti nei parcheggi. I colpi, si è ricostruito, erano portati a termine o con destrezza, attraverso l’apertura dello sportello approfittando della distrazione delle vittime che stavano riponendo la spesa in auto, oppure con la rottura del finestrino delle auto.

Le vittime erano principalmente donne e anziani: si stima che i furti abbiano fruttato un bottino complessivo di oltre 6000 euro, frutto anche dei prelievi indebiti conseguiti con le carte di pagamento delle vittime presso gli istituti bancari della città. I due indagati - questo emerso dale indagini della Mobile - avevano a disposizione una Seat Leon nera, alla quale quotidianamente applicavano targhe clonate per rendere più difficoltosa la loro identificazione.

L’analisi approfondita dei sistemi di videosorveglianza ha consentito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza per i due indagati in relazione agli episodi contestati, anche grazie al sequestro di alcuni indumenti indossati dai due in occasione dei furti e dei prelievi indebiti. La ricostruzione degli episodi delittuosi da parte della Squadra Mobile, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Bologna, ha portato il Gip del Tribunale di Bologna ad applicare ai due indagati la misura cautelare della custodia cautelare in carcere. Non è escluso ora che l'indagine si allarghi ad altri soggetti: gli investigatori stanno ancora conducendo accertamenti su fatti.

furt4-2

Sullo stesso argomento

Video popolari

Furti nelle auto in sosta fuori dai supermercati: ladri in manette - VIDEO

RavennaToday è in caricamento