Abusivismo commerciale in spiaggia: blitz, merce sequestrata per 25mila euro

Sei persone fermate, di nazionalità marocchina, senegalese e del Bangladesh, una delle quali arrestata per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, e due denunciate

Sei persone fermate, di nazionalità marocchina, senegalese e del Bangladesh, una delle quali arrestata per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, e due denunciate per  inottemperanza alla normativa sull'immigrazione; oltre 4mila articoli sequestrati (chincaglieria, abbigliamento, bracciali, teli mare, etc.) per un valore complessivo, calcolato sulla base dei prezzi praticati sulla spiaggia, che si aggira sui 25mila euro. Questi i risultati di una nuova operazione della Polizia Municipale di Ravenna contro l'abusivismo sull'arenile attuata giovedì mattina a Lido Adriano. 

Il servizio coordinato, assieme agli agenti a tempo determinato impiegati a tale scopo, ha interessato in particolare il tratto di battigia adiacente il Bagno Arcobaleno, oggetto tra l'altro di varie segnalazioni giunte nei giorni scorsi alla Centrale Operativa. A carico di tutti i fermati sono scattate sanzioni amministrative che ammontano, complessivamente a circa 30mila euro per violazioni alle norme del commercio su aree pubbliche.

Soddisfatto il vicesindaco con delega alla sicurezza, Eugenio Fusignani, che si è congratulato con la Municipale per l'esito dell'operazione "a riprova della professionalità degli agenti e del grande lavoro che stanno svolgendo per contrastare l'abusivismo commerciale durante tutta l’estate, e più in generale per la città". "Già da alcuni giorni stiamo registrando una diminuzione dell'accattonaggio nel centro storico - afferma Fusignani - grazie alla presenza di una pattuglia fissa in piazza del Popolo, cuore pulsante della città. Il nostro obiettivo è di ampliare il monitoraggio nel centro storico, mentre stiamo vagliando col Comando della Polizia municipale le modalità con le quali potenziare il pattugliamento in luoghi sensibili quali la stazione ferroviaria e i Giardini Speyer".    

La persona arrestata, un 44enne di nazionalità marocchina residente in provincia di Rimini, è stato processato venerdì mattina per direttissima e gli è stata comminata la pena di 6 mesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • "Ravenna finirà sott'acqua entro il 2100": e con lei Venezia e Ferrara

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Incidente sulla statale Adriatica: camion esce di strada e si ribalta

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

Torna su
RavennaToday è in caricamento