Venditore abusivo aggredisce a morsi un agente e viene difeso dai bagnanti: "Inammissibile"

La cosa che ha destato scalpore è stata la reazione di alcuni bagnanti che, non avendo ben chiare le dinamiche - essendo giunti sul posto a scena ormai conclusa - hanno preso le difese dell'aggressore

Risale a sabato l'episodio che sta continuando a far discutere cittadini, politici e forze dell'ordine. A Lido Adriano gli agenti della Polizia municipale, durante un blitz anti-abusivismo in spiaggia, hanno notato un ambulante che avvicinava i bagnanti cercando di vender loro teli da spiaggia. Raggiunto e fermato, l'uomo ha reagito bruscamente cercando di colpire un agente e, dopo essere stato bloccato dai colleghi, non contento, ha iniziato a prendere a morsi gli altri uomini in divisa. La cosa che ha destato scalpore è stata la reazione di alcuni bagnanti che, non avendo ben chiare le dinamiche - essendo giunti sul posto a scena ormai conclusa - hanno preso le difese dell'aggressore. L'ambulante è stato poi arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni, mentre gli agenti feriti si sono recati al pronto soccorso per ricevere le adeguate cure.

"Voglio esprimere tutta la mia solidarietà agli agenti della Polizia municipale che, durante la loro attività di controllo quotidiana in spiaggia, sono stati aggrediti dai venditori abusivi - commenta il delegato comunale di Forza Italia Ravenna Mauro Bertolino - L’attività di vendita svolta da questi signori in spiaggia è illegale e spesso di disturbo ai bagnanti presenti, e come tale va perseguita. Non ci possono essere mezzi termini o compromessi verso un’attività illegale; l’attività della polizia municipale sui lidi è preziosa per la tranquillità dei bagnanti, nel rispetto della legge e di tutti quei commercianti che svolgono onestamente la loro attività".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L’episodio deve certamente far riflettere, ma deve essere di stimolo a continuare una lotta che va combattuta giorno per giorno - commentano da Confcommercio Ravenna - La solidarietà che è stata espressa da alcune persone al venditore abusivo quando è stato ammanettato per la reazione che ha avuto nei confronti degli agenti non deve in alcun modo compromettere le operazioni future, anzi: occorre fare ancora di più per sensibilizzare i cittadini che chi acquista da un venditore abusivo commette un illecito e per questo va sanzionato. Sono inammissibili reazioni di questo tipo che vanno stigmatizzate, anche se rimangono comunque episodi isolati. Non ci possono essere deroghe: chi infrange la legge deve essere sanzionato, non ci sono sconti. Solo così è possibile raggiungere una legalità piena e riconoscibile". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tuffano in mare, vengono risucchiati dalle onde: tre vengono salvati, uno perde la vita

  • Alberi caduti, nubifragi e allagamenti: i temporali seminano danni

  • Tragico incidente stradale in Campania: muore una donna ravennate

  • Una folla commossa per l'ultimo saluto a "Titta": in tanti davanti alla camera mortuaria ravennate

  • Michelle Hunziker dà la scossa all'estate di Cervia, in 500 per "Iron Ciapet"

  • Alessandro Borghese gira una puntata di "4 Ristoranti" in riviera

Torna su
RavennaToday è in caricamento