Adotta un gatto e ricevi cibo gratis: 'AdoptMe' contro l'abbandono degli animali

Il progetto mira alla realizzazione di un quadro normativo che impedisca gli abbandoni dei cani e dei gatti

Enpa e Almo Nature-Fondazione Capellino hanno unito le proprie forze nell'ambito di "AdoptMe", un'azione complementare a un progetto europeo denominato "Companion Animal For Life" che mira alla realizzazione di un quadro normativo che impedisca gli abbandoni dei cani e dei gatti, trasformi i rifugi in luogo di mero transito temporaneo con conseguente loro diminuzione di numero per la drastica diminuzione degli abbandoni e la risoluzione del problema del randagismo endemico, ottenuta prima attraverso la riduzione degli abbandoni e infine con la sterilizzazione dei randagi. Il progetto è direttamente finanziato da Almo Nature ma guidato dalla Fondazione Capellino, che è un ente commerciale senza scopo di lucro avente come finalità la difesa dei cani e dei gatti e la salvaguardia dell'ambiente.

'L'operazione - spiegano i volontari Enpa - prevede un mese di pappa gratis per chi adotta un nuovo compagno e un mese di cibo gratis per uno dei gatti che rimangono presso la struttura. Per la nostra associazione significa un grande aiuto, dal momento che ad oggi abbiamo speso più di 11.000 euro nel solo acquisto di cibo secco e umido dedicato. Dal 1 gennaio 2019 sono più di 230 le adozioni effettuate presso l'infermeria felina e abbiamo numerose richieste in attesa per adozioni di gattini. Questo progetto mira a favorire le adozioni responsabili degli animali abbandonati sul territorio. Scegliere di adottare un gatto implica delle precise responsabilità e obblighi, come quello della sterilizzazione; significa occuparsi dell'animale per tutta la durata della sua vita. Noi crediamo che un'adozione consapevole sia la miglior forma di prevenzione dell'abbandono. Purtroppo anche quest'anno abbiamo assistito a un continuo abbandono di cucciolate prive di mamma che sarebbero state destinate a morte certa; gattini che necessitano di allattamento ogni tre ore, di terapie specifiche, con problematiche agli occhi che, se non curati in maniera tempestiva, possono portare a cecità. I loro ritrovamenti? Nei fossi, sugli argini dei fiumi, in discarica, per strada, davanti all'ingresso dell'infermeria, nelle colonie, in casolari abbandonati...ovunque. Questo progetto regala benefici sia agli adottanti che alla nostra associazione, poichè per ogni gatto adottato contribuisce a donare un mese di cibo gratis ad uno degli animali meno fortunati che rimangono presso l'infermeria".

IMG-20191029-WA0065-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: nessun caso in Romagna, 17 in Emilia

  • Tutta la comunità di Classe in lutto: dopo una lunga malattia è morto Andrea Panzavolta

  • Cause, sintomi e rimedi per l'anoressia sessuale

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni sospesi fino al 1° marzo in Emilia-Romagna

  • Scossa di terremoto nel pomeriggio di domenica, il sisma avvertito distintamente nel ravennate

  • Schianto tra camion e furgone all'incrocio: operaio grave in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento