Reddito di cittadinanza, scatta la corsa per diventare 'navigator': posizioni aperte in provincia

È online il bando con cui è possibile diventare uno dei navigator che aiuteranno i beneficiari del reddito di cittadinanza a orientarsi nel mercato del lavoro

È online da giovedì il bando con cui è possibile candidarsi alla prova di selezione per diventare uno dei navigator che aiuteranno i beneficiari del reddito di cittadinanza a orientarsi nel mercato del lavoro. In tutta Italia sono in totale tremila i posti a disposizione di cui 165 in Emilia-Romagna. Per la provincia di Ravenna sono 14 le posizione aperte.

Reddito di cittadinanza, in un mese oltre 2500 domande: ma più di una su 3 è stata respinta

I candidati dovranno essere in possesso di una laurea magistrale nelle discipline elencate nel bando (tra queste economia, scienze politiche, servizio sociale e politiche sociali, scienza della pubblica amministrazione, giurisprudenza, sociologia e psicologia, scienze dell'educazione e pedagogiche), la cittadinanza italiana o di un Paese Ue o il regolare permesso di soggiorno, il godimento dei diritti civili e politici, l'assenza di condanne penali, anche con sentenze non definitive, per reati come truffa, corruzione, terrorismo, riciclaggio e altri e l'assenza di  "licenziamenti o dispense dall'impiego presso una pubblica amministrazione". Nella domanda deve essere specificata la provincia per la quale ci si intende candidare, non è possibile presentare più di una candidatura.

A farlo sapere è il deputato Carlo Ugo de Girolamo e per candidarsi, entro le ore 12 dell'8 maggio. L'incarico di collaborazione avrà durata fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo pari a 27.338,76 euro, oltre 300 euro lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l'espletamento dell'incarico, quali spese di viaggio, vitto e alloggio. Il navigator, spiega in una nota il deputato del Movimento 5 Stelle, "sarà la figura centrale dell'assistenza tecnica fornita da Anpal Servizi Spa ai centri per l'impiego, selezionata e formata per supportarne i servizi e per integrarsi nel nuovo contesto caratterizzato dall'introduzione del reddito di cittadinanza, per il quale l'obiettivo è di assicurare assistenza tecnica ai centri per l'impiego, valorizzando le politiche attive regionali, anche in una logica di case management da integrare e da implementare con le metodologie e tecniche innovative che saranno adottate per il reddito di cittadinanza".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Soci, clienti e lavoratori: apre a Ravenna il primo supermercato autogestito della Romagna

  • Si allena con la bici per l'Ironman, ma in autostrada: caos sull'A14

  • Camion resta bloccato sul ponte: "Pericolosissimo, si aspetta che crolli?"

  • Scoppia un incendio nell'azienda di pallet: alta colonna di fumo nero in cielo

  • Escort e over 45, trasgressione senza età: il lato piccante di Ravenna

  • Sbanda con l'auto e finisce contro la colonnina del metano: Vigili del fuoco al lavoro

Torna su
RavennaToday è in caricamento