Casola per la ricostruzione di Mirabello: raccolti 2.284 euro

Si è svolto domenica al centro sociale “Le Colonne” di Casola Valsenio, il pranzo di solidarietà per Mirabello, il comune ferrarese colpito dal devastante terremoto del 20 e 29 maggio dello scorso anno, gemellato con Casola Valsenio

Si è svolto domenica al centro sociale “Le Colonne” di Casola Valsenio, il pranzo di solidarietà per Mirabello, il comune ferrarese colpito dal devastante terremoto del 20 e 29 maggio dello scorso anno, gemellato con Casola Valsenio. Il pranzo è stato organizzato da un gruppo di associazioni casolane, in collaborazione con il comune di Casola Valsenio, per rinnovare il sentimento di amicizia e la vicinanza con la comunità di Mirabello e concorrere all’opera di ricostruzione.

L’incasso del pranzo è stato di 2.168 euro, con la presenza di 130 persone, a cui va sommato il contributo delle diverse associazioni che hanno donato altri 1.050 euro. Al netto delle spese, che sono state 934 euro, il risultato economico del pranzo è stato di 2.284 euro che verranno consegnati al Comune di Mirabello. 

Oltre al centro sociale Auser “Le Colonne”, hanno contributo all’organizzazione dell’evento, l’Avis, il Comitato di gemellaggio, il gruppo Alpini, l’Anpi, il Corpo bandistico “G. Venturi”, i “Creativi sopra la Media”, il Circolo fotografico casolano, il circolo Casola tennis, gli Scout, la Fraternita di Misericordia, il sindacato pensionati Cgil.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto frontale, grave una donna incinta: trasportata al "Bufalini" in condizioni critiche

  • Via vai sospetto dal gommista: "pneumatici" stupefacenti, la droga era destinata a Forlì

  • Violento scontro nel pomeriggio tra due auto: diversi feriti, ma per fortuna non sono gravi

  • Travolto da un'auto mentre va a scuola in bici: 13enne in ospedale

  • Una giovane vita spezzata troppo presto: tanta commozione ai funerali di Lorenzo Forte

  • Cade mentre lavora al porto e si frattura il cranio: operaio in ospedale

Torna su
RavennaToday è in caricamento