Spiagge accoglienti: Cervia svetta in testa alla classifica italiana

Altroconsumo ha visitato 195 stabilimenti balneari in sette località del litorale italiano, scoprendo punti di forza e note dolenti delle spiagge oggetto dell’indagine

C’è la doccia calda? Si fa la raccolta differenziata? Per rispondere a queste e ad altre domande, Altroconsumo ha visitato 195 stabilimenti balneari in sette località del litorale italiano, scoprendo punti di forza e note dolenti delle spiagge oggetto dell’indagine.

I lidi sono una parte importante delle nostre vacanze, anche dal punto di vista economico come mostra l’inchiesta, che ha evidenziato livelli di spesa media molto differenti tra loro: tra 10 e 70 euro per affittare per un giorno ad agosto un ombrellone e due sdraio, tra 70 e 355 euro per l’affitto settimanale e tra 200 e 1430 euro per l’affitto mensile negli stabilimenti visitati. Altro focus molto importante è quello sulla gestione dei rifiuti, che è responsabile dell’85% degli oggetti non desiderati presenti sui nostri arenili (mozziconi di sigaretta, cotton fioc, pezzi di plastica, tappi).

L’inchiesta ha toccato sette regioni rappresentate da altrettante località turistiche: Campania (Penisola Sorrentina), Emilia Romagna (Cervia), Lazio (Anzio), Liguria (Finale Ligure), Marche (Porto Recanati), Sicilia (Litorale Palermitano) e Toscana (Castiglione della Pescaia): sono diversi gli elementi presi in considerazione, oltre al rispetto dell’ambiente e al costo, quali la predisposizione o meno di strutture d’intrattenimento per i bambini e per gli adulti, la presenza di servizi accessori (dalla fontanella per sciacquarsi i piedi, alla doccia calda, ma anche il parcheggio per le bici) e di attività di ristorazione che vadano oltre il bar dello stabilimento. Da ultimo, particolare attenzione è stata data anche al livello di cortesia e disponibilità con cui i gestori e il personale degli stabilimenti si interfacciano con clienti con particolari necessità.

In vacanza a Cervia da ben 61 anni: premiati i turisti 'fedelissimi'

Cervia in vetta alla classifica

E a eccellere è proprio la nostra Cervia, seguita da Castiglione della Pescaia, Finale Ligure ed Anzio. A Cervia in particolare la gran parte degli stabilimenti balneari ha primeggiato per i servizi offerti (zona giochi per bambini, zona fitness, parcheggi bici, docce...). Da primato anche la buona cucina e la cortesia. Qui la conformazione delle spiagge (ampie e larghe) e del paesaggio ha permesso alla gran parte degli stabilimenti balneari di ottenere giudizi molto alti - tra le 4 e le 5 stelle - per i servizi offerti. Per intrattenimento, servizi accessori e raccolta dei rifiuti gli stabilimenti hanno ottenuto 4 stelle.

Meno brillanti, a livello di punteggio, le località di Porto Recanati e della Penisola Sorrentina nelle quali - anche se si riscontra un’attenzione sia al fare che al far-fare ai clienti la raccolta differenziata e un’eccellente offerta di bar e ristoranti prelibati - rimangono secondo Altroconsumo insufficienti i servizi di intrattenimento, i servizi accessori e carente la disponibilità dei gestori. Fanalino di coda della classifica il Litorale Palermitano che vanta servizi di ristorazione che ottengono un giudizio complessivamente medio (anche la cortesia), ma lo stesso non si può dire per tutti gli altri criteri di valutazione dell’indagine, che ottengono giudizi molto bassi. Sul sito di Altroconsumo è disponibile e accessibile a tutti il comparatore online per trovare il proprio lido ideale e vedere i giudizi dettagliati dei quasi 200 stabilimenti visitati.

"Il riconoscimento va a premiare quelle scelte di riuscire a coniugare le varie esigenze turistiche alla salvaguardia, al rispetto e alla cura dell’ambiente, alla qualità dei servizi offerti - commenta il sindaco Massimo Medri - La cura del territorio che ci impegna da sempre, ci permette oggi di offrire a cittadini e ospiti un ambiente straordinario, in particolare anche per le famiglie, in cui anche la qualità dei servizi e l’offerta è all’avanguardia. Possediamo numerose risorse e ci stiamo impegnando per “mettere a sistema” tutte le nostre peculiarità, dall’ambiente, alla storia, all’arte, alla cultura, al divertimento, agli eventi dedicati a ogni fascia d’età, ai servizi, per proporci in tutta la nostra identità. Questo è il frutto anche dell’impegno di una intera città che si muove compatta in una direzione comune. Dobbiamo continuare a migliorarci e scalare altre posizioni, per fare questo, però il privato e il pubblico devono lavorare insieme con innovazione e una sempre migliore accoglienza per i nostri turisti".

“In Italia ci sono settemila chilometri di coste e le spiagge sono centinaia, il pensiero che Cervia sia prima come accoglienza ci riempie di orgoglio - aggiunge Fabio Ceccaroni, presidente della Cooperativa Bagnini di Cervia - Ringraziamo i nostri turisti per questo giudizio. Siamo consapevoli che i parametri che hanno determinato questa scelta: dalla raccolta differenziata all’offerta della ristorazione, dalla cortesia del gestore, ai servizi per i bambini, (oltre al prezzo), sono la prova che impegno e passione, conditi dalla simpatia che ogni imprenditore balneare di Cervia, in diversi modi, mette nel suo lavoro, non devono mai mancare in questo lavoro. La Cooperativa bagnini ha, inoltre, sempre cercato di realizzare progetti all’avanguardia, come il wifi su tutte le spiagge in tempi non sospetti, o il progetto “Spiagge sicure”, molto importante, che ha permesso, insieme al Comune di Cervia e agli operatori della città, di eliminare i venditori abusivi sulle spiagge (progetto su cui la Cooperativa ha investito 240 mila euro in 4 anni). Una menzione va anche al salvataggio, sui nostri baywatch la Cooperativa investe un milione di euro all’anno per mantenere altissima la sicurezza del mare. L’obiettivo è di continuare su questa strada per cercare di andare sempre incontro alle esigenze del turista".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fai l'abbonamento e mangi quante volte vuoi: apre a Ravenna un 'ristorante popolare', e cerca personale

  • La Finanza scopre un giro di fatture false per quasi un milione: maxi sequestro

  • Incidente sulla statale Adriatica: camion esce di strada e si ribalta

  • "Ravenna finirà sott'acqua entro il 2100": e con lei Venezia e Ferrara

  • Il furgone esce di strada e si cappotta contro un cartellone pubblicitario: paura per due persone

  • Black Friday, gli sconti da non perdere in negozio e online

Torna su
RavennaToday è in caricamento