Dall'incasso della 'Triathlon Sprint' una donazione al centro per bimbi autistici

La mission del centro è quella di creare un centro educativo dedicato ai bambini dai 3 ai 13 anni di età affetti da autismo o da altre tipologie di disturbi dell’attenzione e dello sviluppo

Anche quest’anno l’associazione Triathlon Faenza ha scelto il Centro Educativo Anacleto per devolvere parte dell’incasso della manifestazione sportiva che si è svolta a Faenza l’ultima domenica di luglio.

“La nostra gara di Triathlon nasce 26 anni fa a Faenza e da allora con i proventi delle iscrizioni cerchiamo di dare una mano alle associazioni che si occupano di aiutare chi è meno fortunato - sottolinea Massimo Visani, presidente dell’asd Triathlon Faenza - Anacleto svolge una missione davvero importante ed è per questo che da 3 anni scegliamo anche questo centro per la nostra solidarietà”.

Il Centro Educativo Anacleto, organizzato dal Consorzio Solco insieme alla cooperativa Progetto Crescita, è nato nel 2016 e può contare su tre sedi: Ravenna, Cervia e Faenza. La sua mission è quella di creare un centro educativo dedicato ai bambini dai 3 ai 13 anni di età affetti da autismo o da altre tipologie di disturbi dell’attenzione e dello sviluppo. “Con Anacleto ci proponiamo di dare una continuità educativa e aggiuntiva al supporto fornito dal Servizio sanitario locale - spiega la coordinatrice della sede di Faenza Emi Visani -. I nostri piani educativi sono personalizzati sulle esigenze di ogni bambino, in linea con le linee guida nazionali in materia. All’associazione Triathlon di Faenza vanno i nostri più sinceri ringraziamenti, perché grazie al loro supporto riusciamo a garantire continuità e qualità nelle attività che organizziamo per i nostri bambini”.

Anacleto è aperto da settembre a giugno e nel mese di luglio è presente con la Summer School: “Attualmente abbiamo 36 bambini che frequentano il centro, 14 a Ravenna, 13 a Faenza e 9 a Cervia – continua Visani -. Durante l’anno ‘scolastico’ le nostre attività si fermano solo per le festività e garantiamo il servizio nei giorni in cui la scuola è chiusa per le vacanze. Questo ci permette di stare vicino alle famiglie e di dare continuità educativa ai bambini in periodi che per loro possono essere più delicati. Per quanto riguarda la sede di Faenza da quest’anno abbiamo una novità: sono entrate nel nostro organico anche 2 nuove figure di logopedista, in modo da offrire un intervento specializzato e integrato con le attività normalmente svolte dal centro”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Un incidente le porta via la mamma: una raccolta fondi per la figlia Agnese di 9 anni

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Autoarticolato finisce fuori strada e si ribalta su un lato

Torna su
RavennaToday è in caricamento